Aumento tassazione 26%. Cosa succede il 1 luglio?

aumento tasse risparmi 2014Come già scritto più volte, dal 1° luglio 2014 aumenterà la tassazione dei redditi sui risparmi (interessi su conto corrente o obbligazioni, dividendi azionari, plusvalenze etc.) con l’aliquota di imposta che passerà dal 20 al 26%.

A molti però non è ancora chiaro cosa succederà in tale data. Ed in effetti ci sono tanti aspetti da valutare, alcuni fondamentali per ridurre il peso dell’aumento.

Domande sull’aumento della ritenuta fiscale sulle rendite finanziarie

Sono molte le domande che mi sono già arrivate. Per esempio se a inizio anno ho vincolato a 12 mesi  una somma sul conto deposito, quale aliquota pagherò alla scadenza? Il 26% su tutto? E se avessi percepito gli interessi anticipati come sul conto deposito Che Banca?

Lo stesso dicasi per le obbligazioni: come sono tassate le cedole in maturazione? Tutto al 26% anche se incasso il 1° luglio e quindi gli interessi sono maturati prima? E i dividendi azionari?

Come comportarsi poi con plusvalenze o minusvalenze non ancora realizzate (nel senso che ho in portafoglio titoli in perdita o in guadagno e quindi non avendo ancora venduto la plusvalenza o la minusvalenza non è ancora maturata)? Conviene vendere i titoli in guadagno per pagare solo il 20%?  O posso sfruttare l’affrancamento?

E le minusvalenze che ho conseguito in passato e devo ancora compensare? Posso sfruttarle o le perdo?

Le domande sono tante e rispondere subito a tutte sarebbe lungo. E’ importante però conoscere tutti i dettagli perché con opportune scelte si può ridurre il peso delle tasse sui tuoi risparmi.

Nei prossimi articoli quindi vedremo:
Come al solito puoi ricevere automaticamente i prossimi articoli iscrivendoti alla newsletter (inserisci la mail nel box più sotto). Oppure seguendomi su Facebook e condividendo gli articoli con i tuoi amici che potrebbero essere interessati all’argomento.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



10 commenti:

Anonimo ha detto...

Carissimo Luca, il governo ha fatto una porcata pazzesca con questo aumento della tassazione al 26%.

Perchè questo non è un adeguamento alla media europea.

Da noi c'è anche la patrimoniale allo 0,2%.

Il governo ha aumentato la tassazione per giustificare gli 80 euro in busta paga per pochi non per tutti, ma qui vi è il danno oltre la beffa:

nelle retribuzione di aprile ci sono stati aumenti di trattenute per un totale di euro 80. Praticmente hanno tolto, ciò che già spettava al lavoratore, per poi ridarglielo con i famosi 80 euro.
Questo non è aiuto alle famiglie, ma giochetti degni del miglior prestigiatore...altro che mago silvan.

Un saluto a tutti da Mister X

Anonimo ha detto...

NON TUTTO AUMENTA..."interessi su titoli di enti territoriali di Stati esteri White list" passa dal 20 al 12,5%...
Vorrei capire meglio con degli esempi.....Provincia Buenos Aires?
Grazie della VS cortesia
Carlo Casati

Anonimo ha detto...

Definire RENDITE FINANZIARIE, il risparmio del lavoro sui conti correnti o deposito degli Italiani e' alquanto SQUALLIDO!!!
D'altronde non ci si puo aspettare altro da un GOVERNO della TROIKA (Padoan e' del Fondo Monetario Internazionale).

La classe politica va cambiata! E' scelata da NOI, iniziamo VOTANDO MOVIMENTO 5 STELLE alle EUROPEE

Anonimo ha detto...

Ciao Luca,
gradirei, se possibile, come penso la maggioranza di chi ti segue, non vedere pubblicati quei commenti che hanno solo lo scopo di fare campagna elettorale.
Grazie.
Vito Ferrari

desider ha detto...

Diciamo che si prepara a incassare in tre fasi.
La prima con l'affrancamento, nel senso che si prende in anticipo il 26% della plusvalenza
Secondo, durante tutto il periodo della nuova tassazione continua a incassare il 26% sulla plusvalenza.
Terza fase, con i rendimenti cosi risichiati compensare le minus diventa veramente impresa.
E lo stato incamera il non compensato.

Questo non è fare campagna elettorale Signor Ferrari, solo espressione di chi risparmia e non finisce mai di pagare tasse su lavoro e prodotti già stati tassati alla fonte.
In 10 anni quante volte viene tassata la mia plusvalenza!

Luca di Banca del Risparmio ha detto...

Vi chiedo cortesemente di evitare attacchi personali e commenti puramente politici. Una critica ad una determinata decisione politica è accettabile, ma senza insultare o far propaganda per qualche partito.

@Carlo Casati : l'Argentina mi risulta un paese in white list per cui anche le obbligazioni degli enti territoriali argentini, come la provincia di Buenos Aires dovrebbero essere soggetti al 12,5

Anonimo ha detto...

Da quando sono apparsi i primi commenti a sfondo politico, mi sono allontanato da questo blog. Se riesci a non pubblicare commenti "politici", che in alcuni casi indicano chi votare, sarebbe meglio.

Anonimo ha detto...

in risposta all'anomino postato il 10maggio ore 13.17 qui sopra

in democrazia esiste la libertà di opinione!

so bene che una gran fetta di persone come lei, ha tutto l'interesse perchè le cose proseguino in questa maniera disastrosa per i risparmiatori, ma quando è troppo è troppo, la gente è stanca di mantenere i parassiti al governo con i propri risparmi sudati e tassati già all'origine sul lavoro!

ben venga, che questo blog dia libertà di opinione, quando i post sono comunque veritieri e fondati!

Anonimo ha detto...

All'anonimo che è contro il governo che tassa i risparmi:
io di risparmi ne ho abbastanza, e la tassazione al 26 % mi fa rabbia. Ma sono anche un onesto lavoratore con oltre i 75.000 euro di reddito, e pago l’aliquota IRPEF al 43%. Questo mi fa "incazzare"; e di questo tu non ti preoccupi: sarai mica un evasore fiscale..???I

Luca di Banca del Risparmio ha detto...

sul tema della tassazione dei risparmi ho già avuto modo di esprimermi in uno specifico post:
http://banca-del-risparmio.blogspot.com/2014/02/aumento-tasse-rendite-finanziarie-ma.html

Quella era semmai la sede delle opinioni, questi articoli invece cercano di spiegare il funzionamento della nuova tassazione. Le opinioni sono state già chiarite, inutile ripeterle in continuazione! I prossimi commenti a carattere politico o non inerenti al tema saranno cancellati.

Posta un commento