Bollo di fine 2012 su conti correnti, buoni postali e depositi

bollo-conto-corrente-buoni-depositoNel 2012 sono entrati in vigore i nuovi bolli sugli strumenti finanziari. Solo la scorsa settimana l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i chiarimenti interpretativi (dopo un anno dal Decreto Legge).

Sul tema ho già scritto vari articoli per cui ti rimando a questi invitandoti anche a leggere i commenti dove potrai trovare ulteriori risposte.

Importante: leggi questo articolo su come scaricare la guida gratuita sul bollo

Bollo su conti  correnti e libretti

L’imposta di bollo sarà pari a 34,2 euro fissi per i conti correnti e i libretti di risparmio, con esenzione per quelli con saldi medi inferiori a 5.000 euro.

Sul tema puoi leggere:

Bollo su dossier titoli, conti deposito e buoni postali

Diversa invece l’applicazione del bollo sugli strumenti di investimento come azioni, obbligazioni, ETF, polizze vita, fondi di investimento: il bollo non è fisso ma pari allo 0,1% del valore di mercato (o nominale) a fine periodo di rendicontazione, con minimo di 34,2 euro annui.

Vedi:
Anche i buoni fruttiferi postali sono soggetti alla medesima imposta, con però un’esenzione fino a 5.000 euro (articoli ordinati dal più aggiornato):
Ti ricordo infine che dal 2013 l’aliquota di imposta salirà allo 0,15%, sempre con il minimo di 34,2 euro.

Banche e Poste si stanno adeguando in maniera diversa per cui alcuni di voi potrebbero già aver subito prelievi per i bolli dei periodi precedenti, per altri invece il prelievo avverrà in toto a fine anno.
In ogni caso consiglio di verificare attentamente l’estratto conto di fine periodo, sia per controllare l’esattezza dei calcoli ma anche per capire come si comporta la tua banca.

Importante: leggi come scaricare  la guida gratuita sul bollo

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento