Banche e assicurazioni, le novità del 2010

Novita-banche-2010 Il 2009 sta per finire. Sarà probabilmente l’anno con i dati peggiori per le banche che dovranno iscrivere numerose perdite in bilancio a causa delle sofferenze sui finanziamenti. Ma nonostante questo, praticamente tutte saranno ancora in utile.

Anche per noi clienti l’anno si chiude in chiaroscuro. La Borsa ha
dato qualche soddisfazione, ma il calo dei tassi ha ridotto anche le promozioni delle banche. Oggi i migliori conti di deposito offrono il 2,5% contro tassi intorno al 4-4,5% di inizio anno. D’altro canto chi ha un finanziamento o vuole fare un mutuo gode attualmente di tassi bassi.

Nel 2009 si è consolidato il successo dei conti online a cui si sono affiancati le nuove carte-conto, prodotto che ha trovato quest’anno grande popolarità grazie alle offerte di Che Banca, Intesa e Unicredit. E’ probabile che nel 2010 molte altre banche si allineeranno: la carta-conto è infatti una semplice estensione delle attuali carte prepagate.
Altri protagonisti del 2009 sono stati i mutui. Il mercato sembra riprendersi, non solo grazie ai mutui di sostituzione. Il 2009 ha visto il successo di due tipologie di mutui che sebbene già presenti sul mercato da tempo, sono risultati ottime soluzioni per contrastare l’incertezza sui tassi futuri che caratterizza questo periodo: i mutui offset e i mutui con il cap.

Cosa ci aspetta nel 2010

E’ sempre difficile fare previsioni. E’ ovvio che molto è legato all’andamento dei tassi di interesse, che potrebbero tornare a crescere a fine 2010. Ma tutto dipenderà dalla congiuntura economica e al fatto se vi sarà una vera ripresa. Le banche sicuramente spingeranno ancora prodotti anti-crisi come i mutui cap e prodotti semplici ma innovativi come le carte-conto. E’ però anche probabile (cosa in realtà già vista negli ultimi mesi del 2009) che tornino a “piazzare” polizze vita e obbligazioni strutturate, strumenti spesso non trasparenti soprattutto per i notevoli costi di carico iniziali. Se non siete talmente esperti da capirli, non ci investite.

Come sempre il mio consiglio è quello di non fossilizzarsi su di un’unica offerta ma di confrontare. Solo così si spingerà la concorrenza fra le banche. Con Banca del Risparmio spero di aiutarti in questo compito segnalandoti le migliori promozioni e proposte del momento.

L’articolo del Sole 24 Ore sulle 100 novità del 2010 mi dà lo spunto per trattare velocemente alcuni temi che approfondirò nel corso del nuovo anno.

Polizze online con più tutele
Le assicurazioni online fino ad ora si sono mostrate spesso migliori anche dal punto di vista della qualità del servizio rispetto alle tradizionali. Questo è però semplicemente dovuto ai migliori processi organizzativi che le assicurazioni online hanno saputo creare e gestire. Dal prossimo anno vi saranno anche per legge maggiori tutele per chi acquista una polizza al telefono o online:
  • semplificazione delle procedure di acquisto;
  • maggiore informazione del contraente;
  • certificata competenza professionale per gli addetti ai call center.

Riforma del credito al consumo e dei mediatori creditizi
Il recepimento della direttiva europea sul credito ai consumatori (2008/48/Ce) entro maggio porterà:
  • l'innalzamento da 30 mila a 75 mila euro della soglia dei finanziamenti che rientrano nella disciplina del credito al consumo;
  • la riforma di mediatori creditizi e agenti e intermediari finanziari. Attualmente ci sono moltissimi, sicuramente troppi, professionisti del credito. Speriamo che la normativa porti a maggior chiarezza e trasparenza.

Fondo per i nuovi nati
Entrerà in funzione il Fondo per i nuovi nati che consentirà l'erogazione di prestiti a tassi agevolati (fino a 5mila euro da restituire in 5 anni) alle famiglie che devono far fronte alle spese legate all'assistenza dei figli nati o adottati nel 2009, 2010 e 2011.


Class action anche per il singolo
Già dal 1° gennaio entrerà in vigore la class action, uno strumento che potrebbe modificare sensibilmente i rapporti cliente-impresa (banca nel nostro caso). Anche il singolo potrà proporre un'azione collettiva di risarcimento per sé e per tutti quelli che si trovano nella stessa condizione, che hanno cioè subito lo stesso danno provocato da un disservizio o un inadempimento contrattuale. Di class action si è parlato molto per esempio in tema di bond argentini, Parmalat etc. Per questi casi purtroppo non si potrà fare comunque nulla, per il futuro invece sì.

Posta elettronica per tutti
Nel 2010 dovrebbe essere assegnata a tutti i cittadini un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec). Con la Pec sarà possibile inviare documenti con lo stesso effetto legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Si tratta di un argomento trasversale ma potrebbe impattare molto anche il settore delle banche ed assicurazioni online. Potrebbe infatti essere semplificata la compilazione dei contratti che invece di essere inviati via posta ordinaria sarebbero inviati tramite Pec.

Servizi di pagamento
Nei servizi di pagamento molte sono le novità legate in principal modo all’entrata in vigore della Psd:
  • gli incassi saranno più rapidi;
  • il settore sarà aperto alla GDO (Grande Distribuzione) e alle compagnie telefoniche che potranno offrire mezzi alternativi di pagamento. Aumenterà la concorrenza nel settore delle carte di pagamento (incluse le sim telefoniche).
Quest’ultimo punto è fondamentale. Nel 2010 il settore dei pagamenti vedrà probabilmente la crescita dei micro-pagamenti tramite cellulare o carta contactless (senza contatto, non c’è insomma necessità di “strisciarla”).
Il 2010 sarà poi l’ultimo anno di validità per le carte con banda magnetica, dal 1° gennaio 2011 solo le carte con il chip potranno essere utilizzate.

Moratoria sui mutui per le famiglie in difficoltà
Dal 1° febbraio le famiglie in difficoltà a causa per esempio della perdita di lavoro o di cassa integrazione, potranno chiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo per almeno 12 mesi.

Conti dormienti
Entro il 31 marzo banche e poste devono segnalare i rapporti divenuti “dormienti” nel 2009 (non movimentati per 10 anni) che saranno pubblicati sul sito www.tesoro.it. I conti dovranno essere risvegliati entro il 31 maggio. Fai attenzione se hai conti che non movimenti da molto tempo, molte persone nel 2009 si sono visti i loro conti “confiscati” e sono in giudizio per riottenere i loro soldi.

E in tema di lavoro in banca, cosa c’è da attendersi? So che molti che seguono questo blog sono attenti a questo tema. Purtroppo penso sarà ancora un anno difficile da questo punto di vista. Alcune banche potrebbero ridurre il numero di impiegati tramite prepensionamenti. In questi casi spesso per compensazione si assumono alcuni giovani, dando eventuale precedenza ai precari (contratti a termine o interinale) già operativi. Occorre poi fare attenzione alle banche che hanno piani di sviluppo importanti, in genere quelle online o quelle straniere.  Banca del Risparmio segnalerà ogni eventuale occasione di lavoro in banca.

Sono ben accette ovviamente le tue segnalazioni, i tuoi suggerimenti o le tue proposte su temi da trattare. Puoi lasciarle nei commenti o utilizzando la pagina dei contatti.

In solo 8 mesi questo blog ha ottenuto risultati importanti ed inaspettati, spero che continuerai a seguirlo ancora nel 2010. Se non sei già abbonato, puoi farlo compilando il modulo sotto l’articolo (feed o email).

Buon anno!

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento