Alti tassi di interesse e truffe finanziarie

truffe-finanziarieNei mesi scorsi si è discusso spesso su giornali e telegiornali di una truffa finanziaria che ha coinvolto vari personaggi cosiddetti VIP.

In realtà nulla di nuovo, la truffa infatti riprende un vecchio schema ormai utilizzato da oltre un secolo, ma che funziona sempre visto che alla fine il comportamento umano non è cambiato.


Come funzionava l'imbroglio

La truffa consisteva nel proporre ai clienti obbligazioni emesse da una società lussemburghese, Dharma Holdings, con la promessa di rendimenti tra il 5 e il 12%.  Gli interessi venivano pagati regolarmente ai clienti che, tramite il passaparola, convincevano poi altri conoscenti ad investire.

Circa 700 i clienti coinvolti, tra cui la principessa Claudia Ruspoli,  l'attrice Sabina Guzzanti, il giornalista Paolo Guzzanti, il cantante Massimo Ranieri, la soubrette Samantha De Grenet, per una truffa corrispondente ad almeno 170 milioni di euro. Stupisce che la frode sia iniziata addirittura nei primi anni ‘90 e sia durata tutto questo tempo.

Questo raggiro ha infatti un meccanismo classico, quello degli schemi Ponzi o schemi prramidali. Praticamente si pagano alti interessi (o si rimborsa il capitale) ai primi clienti con il denaro investito dai nuovi clienti. Il passaparola dei primi clienti genera appunto un effetto a piramide che porta sempre più gente a investire con fiducia visto i risultati ottenuti dagli altri.
Ad un certo punto, fisiologicamente, il flusso di denaro rallenta e la piramide crolla.  Oppure semplicemente gli organizzatori decidono di chiudere. I rimborsi e gli interessi quindi non arrivano più e spesso chi ha proposto l’investimento sparisce. Rientrano in questo genere di truffe molti dei cosidetti High Yield Investment Program (HYIP, tradotto programma di investimento con alti rendimenti) che si possono trovare anche in Internet, dove è facile mantenere l'anonimato coperti da una sede nei paradisi fiscali.

Cosa fare contro le truffe finanziarie

Dalla vicenda un piccolo risparmiatore può trarre vari insegnamenti.

Anzitutto ci si deve sempre accertare delle persone a cui si danno in mano i nostri (sudati) soldi. Nel caso in questione infatti veniva raccolto risparmio abusivamente visto che non c’era alcuna autorizzazione.  Assicurati sempre che la persona che segue i tuoi investimenti sia autorizzata (banca, promotore etc). Non dare mai contanti, nemmeno al promotore (anche se tuo amico o di fiducia) ma versare con assegni alla società (non alla persona).

Ma la vera lezione è chiaramente un’altra. In America dicono “non esistono pasti gratis”. Vale a dire nessuno regala niente: ad alti rendimenti corrisponde un alto rischio.  E soprattutto nessuno può promettere rendimenti nettamente superiori al mercato, rimane solo una speranza con molti rischi.

Stupisce che nell'imbroglio in questione siano finite persone che probabilmente di qualche soldo in più non sanno che farsene. Ma l’avidità umana non ha limite (basta vedere il recente scandalo scommesse) ed è su questa che giocano i truffatori.
Ma non sono solo i ricchi a finire in queste reti. Troppa gente si lascia ingolosire da rendite extra e da facili miraggi. C’è più gente che dice di far soldi in Borsa di quanta ve ne sia in realtà.

E’ un comportamento umano: si sente al TG che la Borsa ha guadagnato il 10% o il vicino/parente/collega/amico si vanta dei suoi guadagni e si pensa: come posso approfittarne anche io? I media purtroppo enfatizzano e non spiegano generando inutili paure o speranze in base al momento.

Ricorda che il tuo reddito è garantito dal tuo lavoro (o dalla tua pensione). Gli investimenti devono servire anzitutto a preservare i tuoi risparmi, in particolare proteggerli dall’inflazione, e permetterti di raggiungere gli obiettivi della tua vita: matrimonio, casa, figli, pensione etc.
Evita quindi investimenti troppo rischiosi per i tuoi obiettivi e soprattutto diffida di coloro che promettono alti rendimenti sottostimando i rischi.

Se poi ti piace fare trading e vuoi dedicarci il tuo tempo, è un’altra questione. Si può fare, anche con profitto, ma necessita di impegno e studio. Non pensare che esista il modo facile per far soldi o sarà probabile che li farai fare agli altri i soldi.

Leggi anche Dove investire nel 2011 libri per imparare a investire

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento