Lavoro in banca e lauree umanistiche

Lavorare-banca-con-laurea-umanistica Tra i laureati assunti in banca o nelle assicurazioni prevalgono ovviamente i laureati in materie economiche, anche se ci sono sempre stati numerosi laureati in giurisprudenza, ingegneria gestionale o altre materie tecniche.

Più rari sono invece i laureati in materie umanistice. Le cose però sono cambiate negli ultimi anni, come riportato anche da un articolo del Corriere della Sera di venerdì 24 settembre.

Ben l’8% dei nuovi assunti nel primo semestre 2010 da assicurazioni Generali (qualche centinaia) infatti hanno un profilo di studio umanistico.

In Intesa Sanpaolo tra gennaio ed agosto il tasso di assunti fra laureati in Lettere e altre facoltà umanistiche è arrivato a circa il 20% pari ad oltre 200 persone; mentre al Monte dei Paschi di Siena si arriva al 16,5% nell’ultimo triennio.

Le possibilità per chi ha una laurea umanistica aumentano nel campo del no-profit, per esempio Banca Prossima (Gruppo Intesa) ha scelto molti laureati in materie umanistiche fra i 40 assunti tra aprile e luglio. Banca Prossima oggi conta 250 dipendenti ma punta ad arrivare a 300, per cui può essere utile inviare il curriculum dal sito di Banca Prossima (cliccando su lavora con noi nel menù a sinistra si viene comunque rinviati al sito di Intesa).

Per il resto ti consiglio di leggere gli altri articoli nella categoria lavoro (vedi sul menù a sinistra le categorie), inoltre iscrivendoti alla newsletter di Banca del Risparmio (inserendo la tua mail nel modulo che segue) potrai ricevere i nostri articoli e essere subito informato di nuove notizie in ambito lavorativo.

-
Iscriviti a InfoJobs per ricevere offerte di lavoro nel settore finanziario e bancario

ETF come alternativa ai fondi di investimento

Cosa-sono-etf Gli ETF, seppur lentamente, stanno conquistando quote di mercato nel risparmio italiano.

Che cosa sono gli ETF

ETF è l’acronimo di Exchange Traded Fund. Sono quindi fondi di investimento particolari in quanto:
  • sono negoziabili in Borsa come un’azione;

  • replicano un indice al quale fanno riferimento (benchmark) attraverso una gestione totalmente passiva.
Uno dei vantaggi degli ETF è la possibilità di diversificare il proprio portafoglio (e quindi ridurre il rischio) con un solo acquisto.

In arrivo ebook gratuito su come risparmiare in banca

Ebook-gratuito-Come-risparmiare-banca Da tempo avevo l’idea di scrivere una breve guida su come risparmiare in banca.

E’ ormai in fase di definizione il mio primo libro elettronico (ebook), probabilmente lo chiamerò proprio “Come risparmiare in banca”, ma al di là del titolo quello che conta è il contenuto.
In questo ebook parlerò soprattutto di conti correnti, servizi accessori, carte di pagamento e conti deposito, fornendo consigli utili su come risparmiare e/o ottenere maggiori rendimenti.

Siccome parlare di investimenti avrebbe ampliato troppo il discorso, farò solo alcuni accenni e rimandi ad altri argomenti quali fondi comuni, obbligazioni etc.
E nonostante questo il libro elettronico è comunque già più corposo di quanto prevedevo. 

L'ebook non sarà in vendita, sarà un omaggio a chi si iscrive alla newsletter di Banca del Risparmio. Ovviamente anche chi è già abbonato (ben 356 persone al momento) lo riceverà. Per motivi tecnici non potrò fare lo stesso con i fans di Facebook (362 ora) per cui li invito a iscriversi.

Ti ricordo che l’iscrizione è gratuita e ti permette di ricevere via email i nuovi articoli di Banca del Risparmio.
Per iscriverti ti basta inserire la tua email nel modulo a fine articolo.  Il libro elettronico sarà pubblicato entro la metà di ottobre.

Come chiudere un conto corrente

Chiudere-conto-corrente Su Banca del Risparmio consiglio spesso di aprire un conto corrente online. Giustamente qualcuno mi ha fatto la domanda: ma come faccio a chiudere il vecchio conto corrente?

Anzitutto ti consiglio di chiudere il conto corrente solo dopo aver aperto (con il bonifico) il conto online.

Procedura per chiudere il conto corrente

Puoi chiudere il conto corrente o recandoti presso la tua filiale (dove in genere ti faranno compilare un modulo di richiesta) o inviando via posta una raccomandata con ricevuta di ritorno (alcune banche impongono ancora questa soluzione).

Esempio di lettera

Nel caso avessi deciso di chiudere il conto tramite raccomandata, ecco un esempio di testo da utilizzare.

Spett.le …………..                                                           Data ………….


Io sottoscritto …………………..…… nato a  ……………………...
residente in via …………………… comune ……………… provincia ……
codice fiscale …………………………
chiedo di chiudere il conto corrente numero (IBAN)  …………….
aperto presso la Vs filiale di ……………………….
intestato a …………………………………………………….

Chiedo di trasferire il saldo del conto sul conto corrente (IBAN)………………… presso la filiale ………..   della Banca ……………
intestato a ………………………..


Allego alla presente libretto assegni, carta di credito, carta bancomat opportunamente tagliati e resi inutilizzabili.
                                                                                     FIRMA/E

 

Lettera-chiusura-conto-corrente La lettera va indirizzata alla Banca (dovresti recuperare l’indirizzo  nel contratto o sul sito Internet).

Come numero di conto corrente, per sicurezza metti l’intero codice IBAN (lo trovi sull’estratto conto).

Se il conto è intestato a più persone, scrivile tutte (intestato a….), inoltre serve che tutti  indichino le loro generalità (si tratta di ripetere i dati anagrafici per ognuno degli intestatari del conto).

Ovviamente non dimenticarti le firme (di tutti i cointestatari) e di indicare dove versare il saldo.

Allegati alla richiesta di chiusura

Come hai visto la lettera di esempio si conclude indicando gli allegati. Nella lettera ovviamente riporta solo quelli che hai (togli per esempio la  carta di credito se non la possiedi).

E’ importante allegare tutte le carte e il libretto degli assegni. Siccome però tali oggetti sono a rischio furto, rendili inutilizzabili tagliandone un angolo (per la carta di credito abbonda in modo che non sia leggibile il numero).

Procedura per chiudere in filiale

Chiudere-conto-in-filiale Recandoti in filiale potrai informarti su come chiudere il conto corrente. Ogni banca ha regole interne, ma in genere è richiesta la compilazione di un apposito modulo.

Se il conto è cointestato dovranno recarsi in filiale tutti gli intestatari (anche se dovrebbe essere possibile portare a casa il modulo e farlo firmare agli altri cointestatari).

Anche in caso di chiusura in filiale dovrai riconsegnare tutte le carte di pagamento e il libretto degli assegni. In questo caso non c’è bisogno che procedi ad annullarli, ci penserà l’impiegato allo sportello.

Puoi ritirare il saldo del conto corrente in contanti  (non subito, vedi il paragrafo seguente sui tempi di chiusura) ma è preferibile indicare il nuovo conto su cui trasferire i soldi.

Costi e tempi per l'operazione

In merito ai costi oggi si può chiudere il conto corrente senza pagare alcuna penale.

Per quanto riguarda i tempi invece non c’è una risposta certa. Anzitutto ci sono tempi tecnici di chiusura, in genere pochi giorni lavorativi.

La banca però si prenderà dei giorni per verificare che non ci siano operazioni in sospeso, esempio assegni rilasciati o pagamenti con carta di credito. In questo caso solo dopo che tali operazioni si sono chiuse, si potrà chiudere il conto corrente.
Chiaramente poi se il conto corrente è in rosso, dovrai ripianare il  debito per poter chiudere il conto.

Un ultimo consiglio: visto l’incertezza dei tempi, prima della chiusura sposta buona parte dei soldi sul nuovo conto tramite bonifico. Lascia sul vecchio conto solo una cifra sufficiente a coprire eventuali spese ed operazioni ancora in sospeso (attenzione per esempio a rid e bollette).

Tasso fisso o variabile per il tuo mutuo?

Mutuo tasso variabile Se mi avessero posto questa domanda  " Meglio il tasso fisso o variabile per il mutuo?"     qualche mese fa non avrei avuto dubbi: meglio il variabile, magari con copertura tramite cap in caso si volesse la sicurezza di un tetto massimo.

In questo momento invece la scelta fra le due tipologie di tasso è molto più difficile.


Differenze fra tasso fisso e variabile

Se qualche mese fa vi era una differenza di 3 punti percentuali fra le due alternative, oggi il gap si è ridotto notevolmente.

Da una parte l'indice di riferimento dei tassi fissi (IRS) è sceso, mentre l'indice di riferimento dei tassi variabili (euribor) è salito.

I mutui a tasso fisso che erano oltre il 5% oggi sono ben sotto (mai successo storicamente), con addirittura il 3,95% di Cariparma (tasso promozionale offerto solo sui Mutui Online).

I mutui a tasso variabile invece tendono a superare il 2%, anche se pure in tal caso vi sono promozioni disponibili solo su Mutui Online come CariParma con 1,82 e BNL con 1,97%. 

La differenza tra tasso fisso e variabile si è quindi ridotta con i tassi fissi ai minimi storici.

Previsioni sui tassi dei mutui

E' difficile fare previsioni sull'andamento futuro dei tassi, a maggior ragione in questo  periodo.

Le previsioni più diffuse però danno i tassi di interesse ancora piatti per il 2011, ma in risalita dal 2012.
In caso di ripresa, nel giro di 3-5 anni chi oggi fa un tasso variabile si troverà a pagare di più di chi oggi fa un fisso.

Certo si può fare oggi un mutuo con tasso variabile pensando di surrogare al fisso se i tassi cresceranno. Ma è chiaro che fra qualche anno anche i tassi fissi potrebbero essere saliti.

 

Consigli per la scelta del mutuo

La scelta quindi dipende anche da te: se preferisce fare il finanziamento e non pensarci più (tasso fisso) o invece preferisci scegliere la condizione migliore oggi (tasso variabile) ma rimanendo attento a cosa succede sul mercato.

Chiaramente poi la palla di vetro non ce l'ha nessuno, l'importante è che la tua rata rimanga sostenibile. La differenza la puoi fare scegliendo subito un tasso conveniente promozionale come quelle presenti su Mutui Online.

Mi sembra invece meno conveniente in questo periodo puntare al variabile con il cap al 5,5%.
Qualche mese fa il cap era simile ai tassi fissi, oggi essendo scesi quest'ultimi si può effettivamente valutare se:
  • fare subito il fisso
  • fare il variabile puro prestando attenzione al mercato, pronti a passare al tasso fisso o al variabile con cap in caso di rialzo dei tassi.  O meglio trovare un tasso misto che permetta di iniziare con tasso variabile con opzione di  passaggio a tasso fisso senza cambiamento dello spread.

Ultimo consiglio

L'ho già detto più volte in merito ai conti ma il discorso come potrai vedere vale anche per il mutuo: le banche offrono le migliori condizioni ai clienti nuovi trascurando i clienti vecchi e fedeli.
Un mezzo che hanno per catturare clienti nuovi sono i preventivatori online.

Le offerte per esempio di CariParma, di Intesa o di BNL sono disponibili solo per chi ha richiesto il mutuo tramite Mutui Online, con il paradosso che se passi subito dalla filiale ti applicano un tasso maggiore (vedi immagine).
Promozioni-mutui-online-tasso-variabile

Per cui non posso che consigliarti di passare da Mutui Online, ti sarà utile non solo per fare confronti ma anche perché otterrai condizioni migliori rispetto ad andare subito in filiale (il mutuo lo firmi comunque in filiale ma prima stipulerai le condizioni con Mutui Online che fa da intermediario).
Aggiornamento: puoi fare un confronto anche sul nuovo sito 6sicuro mutui.

ING Direct cresce con Conto Arancio

Crescono i clienti di Ingdirect la banca che gestisce i noti e pubblicizzati Conto Arancio e Conto Corrente Arancio.

Il gruppo finanziario olandese ha diffuso i dati del primo semestre 2010 che si è chiuso con con un utile netto di 1,09 miliardi di euro a livello globale.

Molto positivo l’apporto  di ING Direct Italia. I clienti hanno superato la soglia di 1,2 milioni. Le masse intermediate sono oltre 22 miliardi di euro così suddivisi:

  • 16 miliardi di raccolta a breve su Conto Arancio e Conto Corrente Arancio;
  • 8 miliardi per i mutui;
  • 500 milioni di investimenti.

I numeri ribadiscono quanto già segnalato da ING Direct a inizio anno:



In generale se ti interessa solo il conto online a basso costo la soluzione migliore è proprio Conto Corrente Arancio che ti rimborsa facilmente anche il bollo di legge.

Ma se vuoi fare trading scegli Fineco o IwBank. Se vuoi un conto online ma hai bisogno di versare periodicamente contanti o assegni, scegli Fineco (che si appoggia sugli sportelli Unicredit). Con gli altri conti online è più difficile versare direttamente.

Se apri Conto Corrente Arancio, ricorda di aprire anche Conto Arancio. Non ti costa nulla e ti dà un rendimento del 2,6% lordo.

Confronto migliori conti correnti online


Confronto-conti-corrente-online
In un precedente articolo ho elencato le caratteristiche (costi e servizi) dei migliori conti correnti online per clienti privati. Qui cercherò di fornirti ora alcuni confronti.

La descrizione dei conti correnti online infatti è molto dettagliata ma un elenco di costi e condizioni tralascia alcuni elementi utili per capire quale sia la migliore soluzione per te. Cercherò quindi di riassumere i principali elementi da valutare e fare una classifica per ogni elemento.

Job Finance Day 2010 - domanda e offerta di lavoro in banca

Job-finance-day Il prossimo 1 ottobre 2010 si terrà a Milano l’VIII Job Finance Day, evento dedicato all’incontro fra domanda e offerta di lavoro nel settore finanziario.

L’evento organizzato da Job Market e Cesop si terrà presso Palazzo Mezzanotte (sede della Borsa Italiana) in Piazza degli Affari a Milano.

Il Job Finance Day si rivolge a:


  • Giovani neo laureati nelle seguenti discipline: Economia, Matematica, Fisica, Informatica, Scienze Giuridiche, Ingegneria Gestionale, Ing. Informatica, Ing. Matematica e Ing. Fisica;

  • Giovani laureati master e MBA delle principali business schools del settore finanziario;

  • Giovani professionisti con esperienza nel settore creditizio, assicurativo, finanziario, legale e amministrativo gestionale.
Tra le tematiche che sono state oggetto degli incontri della scorsa edizione:
  • L’orientamento al lavoro e alla crescita professionale;
  • La formazione post laurea in Italia e all’estero;
  • L’evoluzione delle professioni alla luce della nuova realtà economica.
Tra le aziende partecipanti figurano:
  • Accenture
  • AlmaLaurea
  • Banca Sella
  • Bloomberg
  • Borsa Italiana
  • Boston Consulting Group
  • Cariparma
  • Ernst & Young
  • Fondazione Cuoa
  • Gruppo Generali
  • Intesa Sanpaolo
  • Prometeia
  • Sas
Per maggiori informazioni sull'evento 02.72426.265/021, per iscriverti visita il sito del Job Finance Day.

Mutuo Geniale Formula Rata Protetta Banco Popolare

Mutuo-rata-protetta-cap-Banco-Popolare Anche il Banco Popolare offre un finanziamento con cap, mutuo geniale formula rata protetta, proponendo ottime condizioni di base ma una clausola che rende il finanziamento con cap atipico.

Ti ricordo anzitutto che fanno parte del Banco Popolare diverse banche fra cui Banca Popolare di Verona, Banca Popolare di Novara, Credito Bergamasco, Banca Popolare di Lodi, Banca Popolare di Crema, Banca Popolare di Cremona, Banca Caripe, Banco di Chiavari, Cassa Risparmio Lucca Pisa Livorno.


Caratteristiche del mutuo rata protetta

  • Finalità: Acquisto Prima Casa, Acquisto Seconda Casa
  • Importo finanziabile: Massimo il 70% del valore di perizia dell'immobile per acquisto di prima e seconda casa e ristrutturazione. Nessun limite di importo massimo erogabile.
  • Durata: 10,15,20,25 anni
  • Frequenza rate: mensile
  • Tipo di tasso: Tasso variabile parametrato all’Euribor 1 mese più spread, con tetto massimo (cap) 5,5%
  • Garanzia ipotecaria di 1° grado. L’iscrizione ipotecaria pari al 200% del capitale erogato


Costi 

Spread - sono previsti spread diversificati in base alla durata del finanziamento:
  • durata di 10 anni: spread 1,30%;
  • durata di 15 anni: spread 1,30%;
  • durata di 20 anni: spread 1,50%;
  • durata di 25 anni: spread 1,50%.
Se il tasso d’interesse (euribor 1 mese + spread) supera il 5,5%, pagherai un tasso di interesse pari al 5,5%. La differenza ti verrà addebitata senza interessi posticipatamente alla fine del piano di ammortamento. L’addebito avverrà con rata uguale all’ultima pagata per un massimo di 60 mesi.

Altri costi:

  • Spese di istruttoria: 0,50% dell'importo erogato, con un minimo di € 250.
  • Perizia: spese a tuo carico (indicativamente € 250,00).
  • Spese incasso rata: € 1,50 in caso di pagamento della rata con addebito in conto corrente (RID).
Nessuna penale nel caso di estinzione anticipata totale e/o parziale.

Coperture assicurative abbinate al mutuo

Copertura assicurativa obbligatoria:
E’ obbligatoria la polizza incendio del fabbricato. La somma assicurata deve essere al minimo pari all’importo del mutuo e prevede i seguenti premi annui:
  • fino a 200.000 €: 70,00 €
  • fino a 300.000 €: 80,00 €
  • fino a 500.000 €: 130,00 €
  • fino a 700.000 €: 180,00 €
  • fino a 1.000.000 €: 250,00 €

Coperture assicurative facoltative
Sono abbinabili al mutuo del Banco Popolare ma rimangono facoltative le seguenti coperture: Polizza Incendio del Contenuto, Ricorso Terzi, Furto del Contenuto, Polizza Responsabilità Civile del Capofamiglia, Assistenza abitazione, Tutela legale.


Inoltre, come di consueto, vi è la classica Polizza Creditor Protection Insurance (CPI) che ti permette di tutelarti da alcuni rischi collegati alla capacità di rimborso facendo fronte all’estinzione del debito residuo o al rimborso fino a 12 rate mensili a seconda del sinistro, ripetibili 3 volte sino ad un massimo di 36 rate nel corso del finanziamento.


Le coperture previste dalla Polizza CPI sono le seguenti:
  • Temporanea Caso Morte
  • Invalidità Permanente Totale da infortunio o malattia
  • Inabilità Temporanea Totale
  • Perdita di Impiego
  • Ricovero Ospedaliero
E’ richiesta l’apertura di un conto corrente.


Opinione sul finanziamento del Banco Popolare

Come indicato il mutuo offerto dal Banco Popolare presenta una modalità di cap differente rispetto alla concorrenza.

Normalmente il mutuo con cap prevede infatti che la differenza fra il valore di mercato (tasso indice più spread) ed il cap sia pagato dalla banca (in realtà la banca si copre con un’assicurazione o derivato). In questo caso invece la differenza viene sempre pagata da te, anche se posticipata a fine ammortamento (e senza ulteriori interessi). Il vantaggio quindi è ridotto al solo fatto di aver la sicurezza che la rata non potrà superare un determinato importo calcolato con il tasso cap.

Del resto lo spread offerto dal Banco Popolare è al di sotto di quello di mercato per i mutui con cap. Si potrebbe però esser tratti in inganno dall’utilizzo improprio della parola cap (improprio rispetto a quanto proposto dalla concorrenza). Positivo comunque la parametrizzazione all’euribor 1 mese: normalmente il parametro è l’euribor 3 mesi che è tendenzialmente più alto dello 0,25%.

Per valutare questo prodotto devi considerarlo alla stregua di un normale mutuo variabile e confrontarlo quindi con altri finanziamenti di questa tipologia. In caso di lievi differenze, quello del Banco Popolare può essere comunque preferito in quanto presenta comunque il vantaggio di posticipare senza interessi un’eventuale quota della rata dovuta al superamento del cap. Ti sconsiglio invece di confrontare quest’offerta con altri mutui con il cap che hanno un funzionamento totalmente diverso.
Le altre spese sono tendenzialmente allineate al mercato.

Puoi confrontare il mutuo Protetto del Banco Popolare con numerosi altri mutui su Mutui Online.

Vuoi scrivere su Banca del Risparmio?

Scrivere-Banca-del-Risparmio Mi sono arrivate varie offerte per scrivere su Banca del Risparmio.
In passato ho declinato queste richieste con un "No, grazie", non perché non le gradissi ma in quanto preferivo mantenere un blog personale.

Il blog nel frattempo è cresciuto e ci sono sempre nuove richieste di approfondire alcuni argomenti. Casualità, nel medesimo periodo ho conosciuto un ragazzo esperto di Forex che si è proposto di scrivere alcuni articoli. 

Prossimamente cominceranno a scrivere su questo blog due ragazzi universitari che firmeranno i loro pezzi su argomenti collegati al Forex e ai libri di finanza.

Mi sembra quindi giusto dare possibilità ad altri di diffondere le proprie conoscenze.

Ti piace scrivere e hai passione per argomenti di natura economica e finanziaria?
Se vuoi condividere le tue idee e le tue conoscenze in ambito finanziario, scrivi e invia i tuoi  articoli. Se saranno interessanti verranno pubblicati su questo blog.

Banca del Risparmio può essere un’ottima vetrina e un modo per mantenere le tue passioni: scrittura, giornalismo, finanza…

Linee guida per gli articoli:

  • Solo argomenti di natura economica e finanziaria
  • Lunghezza minima: 200 parole
  • Buona scrittura e accuratezza (evita errori ortografici grossolani, linguaggio SMS etc)
  • Originali: no ad articoli copiati, Ovviamente si possono riprendere temi già trattati altrove ma con proprie parole
  • No articoli pubblicitari o autoreferenziali
  • Aggiornati: non inviare articoli su eventi ormai passati e superati che non interessano più a nessuno.
L’articolo riporterà la tua firma con eventuale collegamento alla tua pagina di Facebook o Linkedin (salvo che tu preferisca usare uno pseudonimo o non firmarti).

Mi riservo di rivedere la forma dell’articolo prima della pubblicazione, reterà comunque la tua firma. Potrai liberamente pubblicizzare il tuo articolo online fra gli amici, ma evita lo spam. Ovviamente rimane mio insindacabile diritto decidere se pubblicare o meno.

Per inserire l’articolo utilizza il seguente modulo (puro testo, non mettere html. A fine articolo metti il link al tuo profilo facebook o linkedin se lo desideri). Puoi utilizzare il modulo anche per fare domande...

Pianifica i tuoi obiettivi finanziari

Finite le vacanze, è tempo di rivedere il proprio portafoglio e pianificare i propri obiettivi finanziari.

Obiettivi-finanziari Quando si rientra dalle vacanze estive, forse per compensare la delusione, si programmano tutta una serie di attività  e obiettivi.
Per questa ragione  la pubblicità di fine agosto e settembre è invasa da iniziative e corsi, dai classici corsi di lingue alle collezioni di ogni genere. Spesso però l’entusiasmo iniziale si affievolisce con il tempo e gli obiettivi sono rimandati all’anno successivo.

Obiettivi finanziari

Il ritorno dalle vacanze è un’ottima occasione anche per rivedere il proprio portafoglio e pianificare i propri obiettivi di investimento. Soprattutto per fare quelle semplici cose che si sono sempre rimandate per pigrizia.

Quante volte hai pensato: adesso mi apro un conto online… ma poi non l’hai fatto? Sono in molti ad agire in questo modo: è il classico principio dell’inerzia che sfruttano per esempio le banche e le assicurazioni. Sanno che alla fine non cambi, per cui di anno in anno trovano un nuovo modo per farti pagare di più
Questo è uno dei momenti migliori per agire.  Non si tratta di stravolgimenti, ma di semplici azioni che possono portarti grandi risultati.

Vuoi aprire un conto corrente online e pagare zero spese risparmiando tutti i costi che la tua banca ti addebita regolarmente?  Tramite i pulsanti in alto nel blog potrai trovare la sezione sui conti online.

Hai della liquidità in eccesso che, indeciso su cosa investire, stai lasciando sul conto corrente ad un rendimento pari o vicino allo 0%. Scopri come puoi far rendere di più i tuoi risparmi in tutta sicurezza con i conti deposito online leggendo i vari articoli sul tema su questo blog.

L’ultima volta ti hanno aumentato il premio della polizza auto ma non hai potuto far altro che pagare. Parti in anticipo, confronta i premi che pagheresti e trova la le offerte di assicurazione auto per te.

Calcola alla fine con queste semplici mosse cosa puoi ottenere:
  • Conto corrente: oggi pago X domani pagherò Y risparmiando Z;
  • Liquidità: oggi mi rende lo 0%, domani avrò fino al 2,5% e oltre;
  • Polizza auto: pago X pagherò Y risparmiando Z.
Somma i risparmi e i maggiori rendimenti e pensa a cosa potrai acquistare con quei soldi. Pianifica e soprattutto agisci.


Lascia un commento su ciò farai per cambiare dal punto di vista finanziario.

Corso gratuito di trading sui CFD

Corso-gratisi-forex-cfd Si svolgerà il 10 settembre 2010 a Roma il corso gratuito sui CFD (Contract for Difference ) organizzato dall’ITForum.

Programma del corso sui CFD

Il corso si svolgerà in due sale:

SALA 1 - Una giornata di trading sui CFD a mercati aperti

Relatore: Gabriele Bellelli

Descrizione del corso:
Gabriele Bellelli illustrerà a mercati aperti un metodo operativo per il trading intraday sugli indici e sulle valute utilizzando i Cfd.

Illustrazione di un metodo operativo intraday
L’importanza di operare seguendo le regole di metodo operativo
Individuare i livelli di prezzo significativi
Individuare i segnali operativi rialzisti e ribassisti
Falsi segnali e filtri: un trucco per cercare di evitarli
Gestione del rischio: individuare i livelli dove applicare lo stop loss
Gestione della posizione: il momento giusto per chiudere l’operazione

Trading intraday applicando il metodo operativo illustrato nel corso della mattinata.
Durante il trading in real time, il pubblico interagirà e farà trading insieme al relatore.

Dalle ore 11.15 alle ore 13.00
Sessione CMC Markets: Candlesticks e Pivot Points: strategie operative sul mercato Forex
a cura di Stefano Gianti e Mauro Masoni
Identificazione dei patterns
Patterns di inversione e di continuazione
Mercato delle valute: gestione del rischio
Come e quando spostare lo stop
Oscillatori ed indicatori come conferma del pattern

SALA 2 - Tecniche avanzate di trading operativo sui CFD

Relatore: Pietro Di Lorenzo

Descrizione del corso:
Pietro Di Lorenzo illustrerà le migliori tecniche per i traders part time, che possono essere implementate a mercato chiuso senza la necessità di seguire le contrattazioni minuto per minuto

Le migliori tecniche per il trading part time con i CFD
I CFD come strumenti finanziari per l'investimento dinamico
La "cassetta degli attrezzi" del traders part-time profittevole
Le strategie di investimento adatte per il trader part time
I più efficaci pattern di prezzo di inversione
Come entrare sui Pull back
Lavorare proficuamente nelle fasi laterarli

Dalle 14.30 alle 16.00
Sessione CMC Markets:
Key Buy & trading speculativo sui CFD
a cura di Stefano Gianti e Mauro Masoni
Come individuare un trend
Accettare solo segnali con trend a favore
Definizione del pattern: Key-Buy e Key-Sell
Motivi psicologici alla base del pattern
Usare le Bollinger Bands per gestire la posizione

Orario del corso:
dalle 08.30 registrazione partecipanti
dalle 09.00 alle 13.00 I sessione (include break di 15 minuti)
dalle 13.00 alle 14.30 pausa
dalle 14.30 alle 16.00 sessione CMC Markets a cura di Stefano Gianti e Mauro Masoni
dalle 16.15 alle 18.00 II sessione

Per iscriverti al corso gratuito sui CFD visita il sito dell’ITForum.


Puoi “allenarti” su Forex e CFD con questi conti demo gratuiti: