Mifid2, obbligazioni Venezuela e polizza Genertel

Oggi la rassegna stampa si divide su due tematiche: investimenti e carte, approfondendo temi come la Mifid2, la crisi del Venezuela, le polizze vita (con i dettagli sulla Genertel Sicuramente),  l'inflazione e le novità nei costi delle carte di pagamento.

Investimenti

Sabato scorso Milano Finanza ha dedicato il servizio di copertina alle polizze vita, viste come l'alternativa ai Btp.
https://www.milanofinanza.it/news-preview/il-nuovo-btp-la-polizza-vita-201712081948329435
Mentre infatti ora non è consigliabile investire in Btp (i tassi sono bassi e si rischia una perdita sul capitale in caso di aumento dei tassi di mercato) le polizza vita a capitale garantito offrono ancora un buon rendimento che non verrà intaccato dall'aumento dei tassi (anzi ne guadagneranno).  Anch'io spesso ho accostato le polizze vita con gestione separata (Ramo I) ai conti deposito, pur specificando le differenze fra i due strumenti. Inoltre aggiungo che la convenienza di tali prodotti va valutata anche alla luce dei costi, che possono influire negativamente sulla loro convenienza.


Il tema mi dà l'occasione per aggiornare la situazione sulla polizza Genertel Sicuramente il cui rendimento 2017 della gestione separata è pari al 3,36% (a cui dovete sottrarre l'1% o l'1,4% della commissione). Chi non l'ha aperta in passato (o oggi, sulla sua, non può fare versamenti aggiuntivi) può sottoscrivere la nuova Genertel Sicuramente 2017 che, se fatta entro l'anno, sconta la commssione per i primi tre anni (1,3% contro 1,6%). 

Quest'ultima versione ha alcune differenze importanti da conoscere. La prima è che il rendimento non è più collegato all'anno della polizza ma a quello solare. Per cui sottoscrivendo ora, il rendimento netto del 2,06% (al lordo dell'imposta) vale fino al 31/12. Il rendimento del 2018 si conoscerà tra un anno, si investe quindi al buio rispetto alle vecchie Sicuramente (è probabile che i rendimenti 2018 siano inferiori anche se non dovrebbero avere cali significativi). Inoltre non è più garantito il capitale in quanto il rendimento minimo è pari a 0, che tradotto vuol dire che si può perdere sul capitale un valore massimo pari alla commissione pagata (ora 1,3%). Si tratta però di un'ipotesi più teorica che reale per i prossimi anni. A vantaggio di questa polizza, sono incluse alcune coperture che potrai vedere con maggiore dettaglio sul sito Genertel.
 


A breve entrerà in vigore la Mifid2, la direttiva europea che detta nuove legge in tema di consulenza finanziaria e vendita di prodotti di investimento. Ci sono aspetti positivi, ma probabilmente si è fatto ancora il passo più corto del necessario consentendo alle banche e Sim di "aggirare" la volontà della normativa che è quella di aumentare la trasparenza e ridurre i costi dei servizi di investimento. In questa intervista un ex direttore di filiale spiega bene come il questionario Mifid sia stato finora tranqullamente aggirato, con il concorso di colpa, occorre sottolinearlo, di troppi investitori distratti che lasciano in toto i loro soldi in gestione a persone in conflitto di interessi (nel senso che il loro primo interesse non è quello del cliente).
http://citywire.it/news/la-lettera-anonima-di-un-direttore-di-filiale-la-mifid-2-farlocca-proposta-dalle-banche/a1070663?ref=international-italy-most-popular-list


Il Venezuela è ormai di nuovo in fallimento. In questo articolo si analizzano sia gli impatti sui fondi obbligazionari emergenti sia le possibili prospettive per il debito venezuelano e quindi per i detentori di bond del Venezuela. Sono molti i piccoli investitori che si sono fatti attrarre dalle alte cedole di questi titoli. Nulla di male se è stato fatto conoscendo i rischi e quindi consapevoli di poter perdere quasi tutto. Purtroppo noto invece che molti ora si atteggiano ad esperti di economia internazionale con tanto di teorie complottiste. Siamo sempre lì, come nel caso degli obbligazionisti subordinati di certe banche italiane, non si accetta la propria parte di colpa e responsabilità nell'aver sbagliato l'investimento, scaricandola su altri.
http://www.morningstar.it/it/news/163725/bond-emergenti-bisogna-aver-paura-della-bancarotta-venezuelana.aspx


Per chi investe, uno dei valori di riferimento da controllare è l'inflazione. A questo indicatore sono legati alcuni strumenti finanziari (es. Btp Italia) ma soprattutto è l'obiettivo primario della BCE. Finché l'inflazione non si avvicina, a livello europeo, al 2%, sarà difficile veder ripartire i tassi di interesse in Europa (salvo nuove crisi dello spread italiano). L'inflazione attuale, intorno all'1%, è quindi forse la peggiore per chi investe in obbligazioni o utilizza i conti deposito. Erode infatti il rendimento reale ma non dà spinte per prossimi aumenti dei tassi di interesse.
https://www.milanofinanza.it/news/l-inflazione-frena-in-italia-per-il-terzo-mese-consecutivo-201712141115119548

Carte

Ci sono state diverse polemiche sul fatto di obbligare i commercianti ad accettare il pagamento tramite carte di pagamento anche per spese di piccolo importo. L'opposizione deriva dai costi che, sulla singola piccola transazione, peserebbero parecchio.
Il Governo, in attuazione della direttiva europea PSD2, ha ora adeguato la normativa nazionale alle regole europee sui pagamenti elettronici riducendo il tetto massimo alle commissioni interbancarie sulle operazioni con bancomat, prepagate e carte di credito. Sicuramente una notizia positiva anche se per ora parliamo solo delle commissioni che si pagano tra banche. Il passo successivo, che si speri arrivi presto, è che questo taglio porti ad una diminuzione  del costo per l'esercente.

http://stream24.ilsole24ore.com/video/notizie/tetto-commissioni-bancomat-novita-i-pagamenti-elettronici/AEzutNRD

Significativo che anche Nexi (ex Carta Sì), per spingere i micropagamenti, azzererà le commissioni nel 2018:
http://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2017/12/11/news/cos_nexi_punta_sui_micropagamenti_gratis_per_un_anno-183742928/

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Luca a proposito di carte prepagate sai dirmi come funziona la carta Hipe di Banca Sella (credo) che trovo molto sponsorizzata su Facebook? Premessa io ho la normale postepay con ricarica all'ufficio postale. Grazie ciao Mirco.

samuele ha detto...

ciao Luca
in ruferimento a Mifid 2 Fineco mi ha inviato proposta di mod unilaterale del contratto specificando appunto la variazione Mifid 2. si dice tra l'altro che introduranno il deposito titoli trimestrale per chi lo aveva annuale con probabile conseguente applicazione dell'imposta di bollo trimestralmente e non annualmente con evidenti svantaggi. Ma la Mifid2 impone cio?? grazie

Posta un commento