Pagamento dividendi azioni- cosa succede

dividendi azioniQualche giorno fa un lettore mi ha chiesto se sapevo le ragioni del crollo del titolo Enel. In realtà non c’era stato alcun crollo, semplicemente la società aveva staccato il dividendo.

Mentre le obbligazioni pagano solitamente una cedola interessi periodica (per esempio il Btp ogni 6 mesi) le azioni staccano annualmente un dividendo.


Differenza fra cedola interessi e dividendo

Se prendiamo in considerazione la tipologia più diffusa di obbligazioni (trascurando gli zero coupon come i BOT e altre forme di obbligazioni strutturate) la cedola viene pagata sempre alle date prestabilite in partenza.

Nel caso di bond a tasso fisso si conoscerà già a priori l’importo, nel caso di tasso indicizzato (all’euribor o all’inflazione o ad altro indice) l’importo varia ad ogni stacco in base all’andamento dell’indice di riferimento.

Il dividendo di un’azione invece non è certo. Il fatto che una società lo paghi dipende sia dal suo andamento economico (in genere si paga in presenza di utili, ma ci sono anche frequenti eccezioni) sia dalle decisioni aziendali. Una società può infatti decidere di staccare una quota più o meno consistente di utile da dare ai suoi azionisti, o può anche decidere di non distribuire dividendi nonostante gli utili. Si definisce “payout ratio” il rapporto fra i dividendi distribuiti e gli utili societari.

Il dividendo quindi è più aleatorio e spesso cambia ogni anno in base all’andamento degli utili aziendali.

Cosa succede quando si paga una cedola o il dividendo?

Ma la vera differenza fra cedola e dividendo si nota al momento del pagamento.

Quando viene staccata la cedola interessi di un’obbligazione non ci sono ripercussioni dirette sul valore del titolo La quotazione del titolo dipenderà solo dalla domanda e dall'offerta di mercato.

Il dividendo invece viene decurtato dal prezzo dell’azione. Per esempio se l’azione quota 10 e stacca un dividendo di 10 centesimi, a prezzi stabili aprirà a 9,90. I 10 centesimi vengono decurtati dal prezzo alla data di stacco e pagati tre giorni Borsa (in pratica tre giorni lavorativi) dopo al netto della ritenuta fiscale del 20%. Enel per esempio ha staccato il dividendo il 24 giugno pagandolo il 27.

In quanto socio detieni una quota di una società. Supponiamo tu detenga un’azione del valore di 10 euro, e che ci siano in totale 10 azioni. Significa che l’azienda viene valutata 100. Se la società distribuisce un dividendo totale di 5 euro, il valore della società scenderà a 95 e quindi anche la tua quota (azione) scenderà di conseguenza. Lo stacco del dividendo equivale quindi a tagliare una fetta dalla torta (ora forse hai capito il perché dell’immagine Winking smile ). 

Sul tema vedo molta confusione, non solo tra i risparmiatori, ma anche tra i giornalisti. Mi capita spesso infatti di leggere di azioni che rendono il 5%, tasso calcolato rapportando il dividendo dell’azione al valore di quotazione.  In questo modo però si fa confusione con le obbligazioni, portando a credere che quel 5% sia una sorta di tasso di interesse periodico.

Invece come abbiamo visto:
  1. se l’obbligazione stacca una cedola, la quotazione del titolo non ne risente direttamente (il valore quindi cambia solo per effetto della domanda e dell’offerta sul mercato);
  2. se l’azione stacca il dividendo, il prezzo dell’azione è decurtato per un importo pari al valore del dividendo.
Un alto dividendo può essere un segnale di una società in buona salute. Ma da solo non basta a valutare un'azienda  (scriverò un articolo sulle verità e i falsi miti delle azioni con alti dividendi) e soprattutto non va confuso con la cedola pagata dalle obbligazioni.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



3 commenti:

Giulio ha detto...

grande Luca,
mi stai facendo progredire pian pianino nellacultura finanziaria. Confesso che non sapevo bene la differenza. Adesso mi è tutto più chiaro su questo punto.
Grazie mille
Giulio

Anonimo ha detto...

Quindi su quei 10 euro guadagno il 5%, cioè 50 cent? Ma se poi il capitale riparte da 95 euro totali, non sto a pari tra quel che ho investito e quanto ricevuto?
Scusa per la domanda sicuramente sciocca...

Frank

BdR ha detto...

non guadagni nulla proprio perché il dividendo non è come una cedola interessi di un'obbligazione. Con il dividendo semplicemente distribuiscono una quota del valore della tua azione.

Posta un commento