Obbligazioni ad alto rendimento–bond high yield

obbligazioni alto rendimentoCon il termine bond high yield si indicano quei titoli obbligazionari che offrono alti rendimenti. Non c’è sempre una classificazione univoca per questi titoli, solitamente vi rientrano quelli con basso rating (con rating uguale o inferiore a BB+ di Standard & Poor’s e Fitch o Ba1 di Moody’s).

Con i rendimenti dei titoli di Stato e delle classiche alternative corporate e bancarie ai minimi storici, gli investitori istituzionali e retail sono alla continua ricerca di alternative, che ovviamente comportano un aumento del livello di rischio.

Questa tattica ha pagato negli ultimi mesi considerando che la riduzione dei tassi ha premiato ancor di più questi titoli. Inoltre in questo periodo i default degli emittenti (e quindi le situazioni di insolvenza) sono ai minimi degli ultimi dieci anni e probabilmente rimarranno stabili per i prossimi 12-18 mesi. 

Come investire in obbligazioni high yield

Sono titoli molto rischiosi per cui richiedono competenze e ottima gestione del rischio e dell’emotività. E’ poi opportuno:
  1. Stabilire una quota massima del proprio portafoglio investita in questi titoli (che non dovrebbe mai superare il 15% dei bond nemmeno per lo speculatore più aggressivo)
  2. Diversificare per emittente e paese
  3. Gestire le posizioni in maniera dinamica monitorando quotidianamente i movimenti e le notizie di mercato
Meglio puntare su scadenze massime a 3-5 anni per ridurre la volatilità. L’obiettivo infatti con questi titoli non è tanto guadagnare sul capitale (almeno ora, visto i pochi margini di ulteriori riduzione dei prezzi) ma portare a casa senza scossoni l’alto flusso cedolare.

Per ottenere qualcosa in più si può puntare sugli high yield in dollari Usa che in funzione delle attese sui tassi hanno una migliore rendimento e possono portare guadagni anche sul cambio valuta. Facendo attenzione però al fatto che l'aumento dei tassi di interesse americani potrà tradursi anche in un aumento dei fallimenti delle società emittenti.

Meglio con i fondi?

Considerando l’esigenza di diversificare ed il fatto che molti di questi titoli hanno lotti minimi di un certo peso, è preferibile approcciare il settore tramite fondi.
I fondi high yield hanno fatto molto bene negli ultimi anni ma ultimamente, soprattutto quelli europei, hanno dato segnali negativi.

rendimenti fondi high yield

Alcuni esempi:
  • Globali High Yield Principal Global I.F. H.Y. in dollari
  • High Yield area euro Petercam Euro High Yield
  • High Yield area Usa Nomura US High Yield  in dollari
  • High Yield area Asia Ubs Asia High Yield
Ci sono anche ETF  dedicati ma oltre che pochi sono poco liquidi. Per un settore molto dinamico come questo la gestione attiva può fare la differenza, per cui a chi vuole prendersi il rischio, consiglio  di puntare sui fondi di investimento piuttosto che gli ETF.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



1 commenti:

desider ha detto...

Globali High Yield Principal Global I.F. H.Y. in dollari
High Yield area euro Petercam Euro High Yield
High Yield area Usa Nomura US High Yield in dollari
High Yield area Asia Ubs Asia High Yield

Ciao Luca, ho cercato un paio di titoli della tua lista " interessanti" il
Nomura per esempio ha una gestione del 0,66% con un ingresso del 1% forse azzerabile, problema come possiamo acquistarli :-)
FinecoBanca nonostante i fondi li tratti non li ha.

Anche il (UBS (Lux) Bond SICAV - Asian High Yield (USD)
con la possibilità di scegliere la categoria sia ad acc che a dist o hedged. Metto un isin LU0725271869 giusto per il controllo.

Il problema è solo come arrivarci
Ciao

Posta un commento