Pct Deutsche Bank 4%

deutsche-bank-pct-4Deutsche Bank recentemente ha proposto a nuovi e vecchi clienti un pronti contro termine con tasso lordo al 4% (netto 3,2%).

L’investimento si declina in 3 operazioni con rinnovo trimestrale, quindi una durata complessiva di 9  mesi, con pagamento degli interessi ogni trimestre.

Investimento minimo: 5.000 €, ritenuta fiscale 20% e bollo di legge (0,1% quest’anno, 0,15% l’anno prossimo).


Opinione sui Pct di Deutsche Bank

La proposta di Deutsche Bank non mi piace.

Il problema non è tanto la forma tecnica dei PcT (sottostante obbligazioni della banca tedesca). Nonostante i PcT non rientrino nella garanzia del fondo di tutela dei depositi, non ritengo infatti questo prodotto particolarmente più rischioso dei conti deposito, a maggior ragione visto il sottostante (anche se la banca pur essendo tedesca è molto esposta su Grecia e Portogallo).

Anzitutto su questo investimento si paga il bollo già nel 2012 salvo il caso si siano investiti almeno 50.000 euro al 31 gennaio 2013 (si pagherà quindi il bollo l’anno prossimo). Si può anche non pagare il bollo nel 2013 ma se si hanno 50.000 € investiti in Deutsche Bank a fine 2014 (si pagheranno quindi i bolli del 2014 e 2015).

Inoltre sulla sottoscrizione di ogni contratti di  PcT si pagano 8 euro di commissioni ed occorre avere un conto corrente della banca.  Il conto prevede un canone mensile di 6,5 euro (dal settimo mese) azzerabile con accredito stipendio o in caso di investimenti  di almeno 50.000€.

Nonostante la formula trimestrale il vincolo minimo è pari a 9 mesi, in caso di scioglimento anticipato si perde il diritto anche agli interessi già percepiti. Quindi se anche all’ottavo mese necessito di soldi e chiudo il contratto, perdo tutti gli interessi maturati, non solo quelli dell’ultimo trimestre.

Ai pronti contro termine di Deutsche Bank preferisco proposte più semplici che non richiedono particolari obblighi per l’azzeramento del bollo e consentono di svincolare anticipatamente percependo un rendimento minimo.

Per chi necessita sia di conto corrente che di un deposito per un investimento a breve la proposta migliore in tal senso per ora è l’abbinata You Banking del Banco Popolare:
  • conto deposito 4,25% a 12 mesi svincolabile
  • conto corrente a zero spese (da sottoscrivere online ma con operatività anche allo sportello) con bollo sul conto e sul dossier titoli pagato fino a giugno 2015
Per chi investe molto ed effettua molte operazioni suggerisco Fineco o la nuova Binck.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



2 commenti:

Anonimo ha detto...

Nell' articolo relativo ai PCT 4% di Deutsche Bank, c' è un errore dicui io sono rimasto vittima avendo sottoscritto il prodotto.
Purtroppo le spese bancarie di 8 euro non vengono applicate solo all' atto della sottoscrizione del contratto, ma anche all' atto di ogni vendita e riacquisto ("forzoso" per non perdere gli interessi che viene fatto alla scadenza trimestrale. Poichè il prodotto dura 9 mesi le spese fisse sono di 48 euro.
Sulla tranche minima di 5000 euro l'interesse lordo vero (non quello pubblicizzato) è del 2,8%. Se puoi fare una verifica, vedrai che nel contratto da sottoscrivere non si parla assolutamente di queste spese. Io farò ricorso all' Ombusdmen ma nel frattempo bisognerebbe dare una adeguata pubblicitàin rete.

Grazie e fammi sapere, se mi dai una mail ti mando una documentazione completa.

nenonet@libero.it

Anonimo ha detto...

Per precisione , per un investimento di 5.000 euro, l'interesse lordo pagato, detratti i 48 euro di spese è del 2,66 %; circa la meta' rispetto al 4% della pubblicità televisiva.

Inoltre evidenzio che in passatto ho acquistato da DB sia PCT al 4,5% che PCT al 3% e non ho mai pagato spese ed anche questa volta allo sportello mi avevano garantito "a voce"che sarebbe stato cosi', successivamente per iscritto e su' carta intestata si parlava di una trattenuta "una tantum" di 8 euro e poi nei fissati bollati si è scoperto che le spese sono 16 euro a trimestre e quindi 48 euro, visto che il prodotto scade dopo 9 mesi.

nenonet@libero.it

Posta un commento