Addebito imposta di bollo sul conto corrente

bollo-conto-corrente-2012Alcuni lettori di Banca del Risparmio mi segnalano che le loro banche hanno addebitato il bollo di 8,55 euro sul primo estratto conto trimestrale del 2012 nonostante la giacenza media del periodo sia stata inferiore ai 5.000 €.

Come saprai, se segui questo blog, con il decreto Salva Italia (la manovra finanziaria di dicembre) è stato rivisto il bollo sul conto corrente. Prima si pagavano 34,2 euro annui a prescindere (pagabili in base alla periodicità
dell’estratto conto, quindi 8,55 nel caso di trimestrale), ora tale bollo si paga solo se la giacenza media nell’anno è superiore a 5.000 euro.

Le banche però si trincerano dietro il fatto che finora non sono stati emanati i regolamenti attuativi quindi non ci sono disposizioni operative sulla nuova modalità di calcolo del bollo. Quindi nel dubbio applicano ancora la vecchia legge, e nel caso rimborseranno quanto trattenuto in anticipo.

Purtroppo è una situazione tipica del nostro paese, si fanno le leggi ma poi la burocrazia tarda ad applicarle. Praticamente tutte le nuove norme relative ai nuovi bolli (sia quelli sul conto corrente che sui buoni o sugli investimenti nel dossier titoli) attendono ancora i regolamenti attuativi e nell’attesa le banche si tutelano applicando la condizione peggiore per il cliente.

Non tutte le banche hanno applicato il bollo, alcune come Fineco e IwBank dopo averlo addebitato hanno provveduto a stornarlo.
Se hai già ricevuto un estratto conto relativo all’anno 2012, verifica se ti è stata addebitata l’imposta di bollo. Difficile che la banca la storni subito, ma in ogni caso segnalala e verifica che in futuro, quando ci saranno i regolamenti operativi, ti venga stornata (ovviamente pubblicherò sul blog quando ci saranno i regolamenti).

Aggiungo inoltre che stando alla lettera delle legge non solo non si deve pagare il bollo se la giacenza media del trimestre è stata inferiore a 5.000 euro, ma anche nel caso fosse stata superiore. La legge infatti parla di giacenza media annua. E’ evidente che a fine marzo non si può conoscere la giacenza annua, per cui il bollo sarebbe da applicare solo a fine anno o alla chiusura del conto corrente.
ps. per rimanere aggiornato sul tema iscriviti alla newsletter inserendo la tua email nel box che segue l’articolo oppure diventa fan su Facebook.

Importante: scopri come ricevere gratuitamente la Guida al bollo su conti, buoni e depositi 

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



5 commenti:

Anonimo ha detto...

BancoPosta Click NON l'ha accreditato sotto i 5000€......brava BancoPosta!!!!!

Anonimo ha detto...

Banca Intesa Idem.

Anonimo ha detto...

Iw Bank l'ha addebitata e poi riaccreditata. Ottimo!!

Anonimo ha detto...

UBI (Banca Popolare di Bergamo) addebita dicendo che fino a nuove disposizioni legislative continuerà ad addebitare poi (forse) stornerà la somma.

Anonimo ha detto...

Ubi banca mi ha addebitato 8,55€ e oggi (data contabile) mi ha stornato la cifra, ma siccome sono dei 'manina' lo storno ha la data (di valuta) del 31 marzo 2013, quindi io 'avrei' prestato questa cifra alla banca... a mia insaputa !!!! Qualcuno più bravo di me con i numeri potrebbe fare due conti e capire quanto incasserà la banca applicando questo 'prestito forzoso' a tutti i suoi clienti.

Posta un commento