Riparte Pattichiari

pattichiari PattiChiari riparte. Il consorzio era stato messo in discussione a settembre dopo che tra i prodotti consigliati come sicuri aveva incluso i titoli Lehman Brothers fino al loro default. Da questo episodio iniziò la ridefinizione della governace interna che ha portato numerose banche ad uscire dal consorzio lo scorso marzo. Ad uscire sono state in particolare banche medie e piccole, infatti le 104 banche che ancora aderiscono al consorzio, rappresentano il 74% del mercato in termini di sportelli.
Le fuoriuscite si spiegano con i nuovi obblighi imposti e soprattutto con i costi connessi. Se infatti in passato bastava partecipare anche ad uno solo dei progetti ora le banche sono tenute a rispettare tutti i 30 nuovi impegni che regoleranno i rapporti con i clienti. Educazione finanziaria, semplicità e chiarezza sono i principi cardine a cui si affida PattiChiari 2. I trenta impegni, su cui vigilerà un apposito Comitato di consultazione, rientrano in cinque categorie: trasferibilità dei servizi bancari, comprensione e scelta del conto corrente, comprensione degli strumenti di investimento, assistenza alla clientela e sicurezza delle transazioni elettroniche e dell'internet banking.
Entro l'autunno PattiChiari 2 sarà operativa stando al Presidente Filippo Cavazzuti. A differenza del passato sarà anche più stretto il controllo sugli aderenti. Le banche dovranno redigere un rapporto sullo stato di attuazione dei progetti, il Consorzio potrà infliggere sanzioni di due tipi: pubblicità dell'inadempimento e espulsione. Nei comitati di controllo siederanno membri delle Università e i rappresentanti di tredici associazioni dei consumatori.
Vedo e ho visto con favore la nascita di Pattichiari. Al di là delle critiche e degli errori commessi si tratta di un passo verso la trasparenza e la maggiore concorrenza. Staremo a vedere nel dettaglio le nuove iniziative.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento