Trovare lavoro in banca nel 2012

lavorare-in-bancaIn passato ho scritto vari articoli per i giovani diplomati o laureati alla ricerca di un lavoro in banca. Nonostante la crisi del settore il posto in banca risulta essere ancora tra i preferiti fra i giovani studenti prossimi ad entrare nel mondo del lavoro.

Il bancario è ancora un impiego privilegiato rispetto al settore industriale o commerciale, ma non come in passato e probabilmente lo sarà ancora meno in futuro. Ancora oggi resistono poi dei falsi miti sul lavoro in banca, come le 16 mensilità (in realtà non esistono più da oltre 10 anni, il bancario percepisce le normali 13 mensilità più eventuali premi come tutti i lavoratori).

Previsioni future sull’impiego in banca

Recentemente è apparso su Milano Finanza un’intervista al responsabile delle strategie nel settore bancario di McKinsey che ha indicato le previsioni per il settore. Non si tratta di una grande analisi, banalizzando il concetto: l’elemento di costo principale per le banche è il personale, i clienti utilizzano sempre meno le filiali a favore dei canali remoti (online tramite PC, tablet, cellulare; oppure ATM evoluti), quindi c’è e ci sarà un eccesso di filiali e di personale.

Le stime di McKinsey indicano il 20-30% di filiali in meno. I bancari quindi sono destinati a diminuire e a mutare il loro lavoro diventando sempre più commerciali e quindi venditori.  Un trend in realtà già in atto e colto forse con ritardo dagli stessi banchieri, che aspettano sempre i superpagati consulenti per agire su banali verità, e che fino a poco fa spendevano per ampliare la rete di vendita.

lavoro-banca-filiale

 

Nuovo contratto dei bancari

Nei mesi scorsi è stato siglato tra l’ABI e i sindacati del settore il nuovo contratto dei bancari. Non si tratta di un grande contratto, anzi personalmente penso fosse meglio per i bancari tenersi quello vecchio.

Tra gli elementi positivi del nuovo contratto vi è la creazione di un fondo a sostegno dell'occupazione per i giovani che potrebbe consentire l'assunzione di oltre 5 mila persone all'anno (il condizionale è d’obbligo, personalmente mi sembrano cifre molte ottimistiche probabilmente diffuse per indorare la pillola ai bancari). Il fondo sarà alimentato dal contributo di una giornata di lavoro degli attuali dipendenti delle banche.

Il fondo verserà 2.500 euro ogni anno alle aziende che assumeranno con contratto a tempo indeterminato:
  • giovani disoccupati fino  a 32 anni di età
  • disoccupati di lungo periodo
  • donne nelle aree geografiche svantaggiate
  • lavoratori con contratto a termine, di inserimento, a progetto o di somministrazione
I nuovi assunti in banca con contratti a tempo indeterminato, in genere nella tipologia dell'apprendistato, avranno
  • inquadramento 3 area 1° livello
  • trattamento economico per i primi 4 anni inferiore del 18% e corrispondente (ad oggi) a 1.679,89 euro
  • contributo alla previdenza complementare del 4% da inserire negli accordi aziendali 
Riassumendo: le banche dovranno nei prossimi anni ridurre il personale. Ci saranno comunque assunzioni con contratto a tempo indeterminato finanziate sia dal fondo che dagli incentivi dello Stato. I nuovi posti di lavoro avranno inquadramento di base con taglio di stipendio del 18%.

Assunzioni in banca nel 2012

Se il nuovo contratto prevede nuove assunzioni in banca nei prossimi anni, risulta difficile ipotizzare assunzioni nel breve periodo, specie nelle grandi banche. Le banche negli ultimi anni hanno utilizzato soprattutto lavoratori a termine, tipologia di lavoro che sarà svantaggiato con la nuova riforma in discussione in Parlamento. Probabile che si ricorra prima a regolarizzare queste posizioni, anche se nulla è certo. Sicuramente i numeri circolati sono fin troppo ottimistici.

Chi è in cerca di un lavoro in banca, oltre ai soliti nomi noti, dovrebbe dare uno sguardo agli intermediari finanziari in settori in crescita, come per esempio alcuni broker del Forex che hanno aperto una sede in Italia. Segnalo inoltre la nuova Binck Bank, banca olandese attiva nel trading online, in partenza a breve sul mercato italiano (guidata dall'ex direttore marketing di IwBank).

Job Finance Day

Martedì 3 Aprile 2012 presso Palazzo Mezzanotte in Piazza degli Affari a Milano (sede della Borsa) si terrà la XI Edizione del Job Finance Day, evento che favorisce l'incontro tra domanda e offerta nel mondo del lavoro nell’ambito del settore finanziario.

L'evento è rivolto principalmente a:
  • Giovani neo laureati di eccellenza nelle seguenti discipline: Economia, Matematica, Fisica, Informatica, Scienze Giuridiche, Ingegneria Gestionale, Ing. Informatica, Ing. Matematica e Ing. Fisica;
  • Giovani laureati master e MBA delle principali business schools del settore finanziario;
  • Giovani professionisti con esperienza nel settore creditizio, assicurativo, finanziario, legale e amministrativo gestionale.
Maggiori informazioni sul Job Finance Day 2012

Puoi infine iscriverti a InfoJobs per ricevere proposte lavorative nel settore finanziario e bancario.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento