Conto corrente a zero spese

conto-corrente-zero-speseIn genere i conti corrente a zero spese sono quelli online. Per questa ragione molte persone preferiscono ancora il classico conto in filiale, nonostante i costi. C’è poi chi privilegia i conti ibridi delle banche tradizionali, conti che presentano costi bassi se si opera online ma alte commissioni se si opera allo sportello.

Personalmente ho sempre consigliato i conti corrente online puri anche se posso capire le difficoltà di alcune persone ad operare solo tramite Internet. Nell’ultimo periodo ci sono state però delle novità che tolgono qualunque scusa a chi ancora non ha un conto corrente a zero spese.


Conto corrente Fineco a canone zero

Il conto corrente di Fineco è sicuramente uno dei migliori conti online in assoluto. Fino ad oggi il suo limite era il costo, aveva infatti un canone mensile piuttosto alto anche se azzerabile in diversi modi.
Banca Fineco sembra però ora aver cambiato strategia ed ha azzerato il canone sul conto corrente. L’attuale offerta è molto chiara e trasparente: costo zero, interessi zero.

Trovo che  questa politica commerciale sia ottima in quanto da tempo ho indicato che:
  1. il conto corrente è uno strumento di servizio e non di investimento per cui lo si deve scegliere in base ai costi e ai servizi offerti
  2. non va invece valutato il tasso di interesse in quanto per questo esistono altri strumenti come i conti deposito o i tradizionali investimenti in obbligazioni e azioni. In questo modo si può mantenere sul conto corrente un saldo medio inferiore a 5.000 euro evitando  di pagare il bollo di 34,2 euro
Fineco ha ora costo zero e offre una gamma di servizi completi: bancomat con prelievi gratuiti nelle filiali Unicredit, carta di credito, servizio di trading online professionale (uno dei migliori). Inoltre consente di effettuare fino a 12 versamenti gratuiti (contanti o assegni) nelle filiali di Unicredit. Si possono comunque effettuare versamenti gratuiti e senza limiti negli ATM evoluti del Gruppo Unicredit (ormai presenti in quasi tutte le filiali).

L’iniziativa non è molto pubblicizzata sul loro sito, probabilmente per non “urtare” gli attuali clienti che pagano il canone.

Promozione Fineco - 80 euro sul conto (o 100 euro in commissioni trading) all'apertura del conto entro il 30 ottobre 2012 (cliccando sul link avrai già inserito il codice amico per la promo).

Quale conto corrente scegliere ora

In questo momento noto che le banche tradizionali stanno eliminando i conti correnti più economici per dar vita a nuove forme più costose. L’ho scritto anche nel mio ebook (che puoi scaricare gratuitamente inserendo la tua email nel modulo a fine articolo): quando le banche sono in difficoltà cercano sempre di spennare il pollo (che saresti tu!).

E’ il caso di Banca Intesa che ha eliminato ZeroTondo per il nuovo Conto Facile che presenta un canone di 4 euro al mese. Oppure Unicredit che invece di Genius One ha ora Supergenius con canone di 6 euro (anche se azzerabile). Ma oltre al costo esplicito del canone, ce ne sono altri nascosti come le commissioni per i bonifici (pure se fatti online!).  Senza contare che la carta di credito è spesso a pagamento.

Se hai un conto corrente con una banca tradizionale con l’estratto conto di fine anno ti dovrebbe essere arrivato anche il riepilogo dei costi nel 2011: dacci un occhio e vedrai che stai pagando pure di più di quanto pensi.

Tre conti che consiglio

In questo momento ci sono tre conti correnti che consiglio:
  • Conto Corrente Arancio: zero spese, rimborsa anche il bollo nel caso di giacenze superiori a 5.000 euro (sotto non si paga comunque per legge). Ha bancomat con prelievi gratuiti ovunque, carta di credito, servizio di trading di base. Anche se ING sta aprendo alcune filiali, il suo limite è di essere totalmente online, per cui alcune operazioni come il versamento di contanti o assegni sono complicate. Ideale per chi vuole un conto solo online a zero spese
  • Fineco: zero spese, si paga il bollo in caso di giacenze medie superiori a 5.000 euro. Bancomat, carta di credito e servizio di trading, inoltre consente di effettuare le operazioni di versamento tramite le filiali Unicredit sparse sul territorio. Ottimo per chi vuole fare trading online frequente e vuole un conto online con un supporto in filiale per alcune operazioni
  • YouBanking: zero spese, rimborsa anche il bollo fino a giugno 2015. Include bancomat con prelievi gratuiti ovunque, carta di credito, deposito titoli. Pur essendo online consente un supporto nelle filiali del Gruppo Banco Popolare (4° gruppo bancario italiano). Oltre al conto corrente c’è un conto deposito con tasso di interesse del 4,25% a 12 mesi. Ottimo per chi vuole un conto online a zero spese con supporto in filiale e un buon rendimento sul deposito associato.
Considera che tutti questi conti non solo sono a zero spese e includono gratuitamente vari servizi (bancomat, carta di credito, deposito titoli etc) ma non hanno costi nemmeno per le operazioni online, mentre molte banche tradizionali fanno pagare pure il bonifico anche se fatto autonomamente tramite Internet.

Se il tuo conto corrente attuale non è a zero spese valuta uno di questi tre conti. Non hai più nessuna scusa, nemmeno quella del conto online visto che ora alcuni offrono anche il supporto in filiale (a meno che tu non voglia continuare a fare il pollo da spennare per pagare gli stipendi ai banchieri):
ps. su Banca del Risparmio solitamente critico le banche, in particolare quelle tradizionali. A maggior ragione faccio i complimenti al Banco Popolare per aver lanciato la linea You Banking con conto corrente a zero spese e conto deposito ad alto rendimento. Mentre Fineco e ING sono nate su Internet, il Banco Popolare si distingue per essere la prima grande banca tradizionale a lanciare un’offerta competitiva.

Promozione Fineco - 80 euro sul conto (o 100 euro in commissioni trading) all'apertura del conto entro il 30 ottobre 2012 (cliccando sul link avrai già inserito il codice amico per la promo).

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



5 commenti:

Alessandro ha detto...

Questa è la pagina di riepilogo dell'offerta di youbanking

http://www.youbanking.it/contocorrente/cosa-ti-offre.php

Non risulta il pagamento di bollette e bollettini online.
E' una eventualità utle che fa risparmiare parecchio tempo visto che ci evita la fila alla posta.
Oppure è una delle voci presenti ma non so interpretarla??
Non parlo dell'addebbito sistematico delle bollette (domiciliazione utenze) ma del pagamento QUANDO DECIDO IO.
Ad esempio con genius free Under 27 di unicredit ci sono enti convenzionati con i quali non si paga alcuna commissione mentre per gli altri bollettini prestampati si paga una commissione di 1,10 per la posta ed uno di 1,40 per la banca ovvero 2,50 in più su ogni bollettino pagato! non è tanto ma neanche pochissimo...
Inoltre i bonifici, anche se effettuati online, sono a pagamento...
Sto quindi seriamente valutando il conto youbanking ma ho questa curiosità:

Tu sapresti dirmi se c'è la possibilità di pagare bollettini online e quanto mi costerebbe?

Grazie in anticipo per la risposta, Un caro saluto,
Alessandro.

BdR ha detto...

ciao Alessandro.
Per quanto riguarda i bollettini oggi possono esser pagati con bonifico anche se non sempre risulta l'iban sul bollettino (si può chiedere alla società che lo ha emesso).
Dal foglio informativo di You Banking risulta a zero spese il pagamento delle bollette, sia continuativo che telematico (pagato quando decidi tu). Però per esser sicuro puoi sentirli tramite il numero verde

enrico ha detto...

grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,grazie,
davvero grazie.enrico

Anonimo ha detto...

Caro BdR, ho di recente aperto un conto corrente arancio e, al di là dei vantaggi più volte richiamati, alcune cose non sono andate come speravo: tempi troppo lunghi per avere bancomat e codici operativi, alla fine la carta dei codici operativi mi è pervenuta in busta male incollata (quindi, aperta) per cui l'ho dovuta bloccare appena arrivata e al call center mi hanno detto che per un problema tecnico non potevo chiederne un'altra prima di 2 settimane... Sopportiamo tutto ciò.
Quello che non posso accettare è che mi hanno rifiutato la carta di credito, prodotto da loro tanto pubblicizzato come un cavallo di battaglia. Motivo: contattando la banca non è possibile conoscere il motivo. Allora lo faccio valutare a Lei e agli altri lettori: dipendente a tempo indeterminato da 12 anni con reddito medio-alto, mai avuto una carta di credito prima d'ora, mai problemi con qualche assegno, mai problemi con Equitalia o con la giustizia, mai comprato Niente a rate perchè ho sempre e solo pagato tutto cash per mia religione, tranne il mutuo per la casa, che peraltro ho estinto anticipatamente appena 6 anni dopo averlo contratto! Io la carta di credito non l'avrei nemmeno usata, mi serviva solo per garanzia ad es. Per autonoleggi e situazioni simili. Mi dica Lei se si può tanto pubblicizzare la carta di credito "gratis" per poi non darla senza chiarirne con precisione il motivo. Per quello che mi riguarda, sto già provvedendo ad aprire un cc presso un'altra banca (fineco).

Anonimo ha detto...

Ma siamo sicuri che sotto i 5000€ di giacenza mensile per legge non si paga comunque il bollo?
Lo chiedo in quanti in rete è pieno di segnalazioni di utenti a cui è stato fatto comunque pagare!!!

Posta un commento