Come chiudere un conto corrente

Chiudere-conto-corrente Su Banca del Risparmio consiglio spesso di aprire un conto corrente online. Giustamente qualcuno mi ha fatto la domanda: ma come faccio a chiudere il vecchio conto corrente?

Anzitutto ti consiglio di chiudere il conto corrente solo dopo aver aperto (con il bonifico) il conto online.

Procedura per chiudere il conto corrente

Puoi chiudere il conto corrente o recandoti presso la tua filiale (dove in genere ti faranno compilare un modulo di richiesta) o inviando via posta una raccomandata con ricevuta di ritorno (alcune banche impongono ancora questa soluzione).

Esempio di lettera

Nel caso avessi deciso di chiudere il conto tramite raccomandata, ecco un esempio di testo da utilizzare.

Spett.le …………..                                                           Data ………….


Io sottoscritto …………………..…… nato a  ……………………...
residente in via …………………… comune ……………… provincia ……
codice fiscale …………………………
chiedo di chiudere il conto corrente numero (IBAN)  …………….
aperto presso la Vs filiale di ……………………….
intestato a …………………………………………………….

Chiedo di trasferire il saldo del conto sul conto corrente (IBAN)………………… presso la filiale ………..   della Banca ……………
intestato a ………………………..


Allego alla presente libretto assegni, carta di credito, carta bancomat opportunamente tagliati e resi inutilizzabili.
                                                                                     FIRMA/E

 

Lettera-chiusura-conto-corrente La lettera va indirizzata alla Banca (dovresti recuperare l’indirizzo  nel contratto o sul sito Internet).

Come numero di conto corrente, per sicurezza metti l’intero codice IBAN (lo trovi sull’estratto conto).

Se il conto è intestato a più persone, scrivile tutte (intestato a….), inoltre serve che tutti  indichino le loro generalità (si tratta di ripetere i dati anagrafici per ognuno degli intestatari del conto).

Ovviamente non dimenticarti le firme (di tutti i cointestatari) e di indicare dove versare il saldo.

Allegati alla richiesta di chiusura

Come hai visto la lettera di esempio si conclude indicando gli allegati. Nella lettera ovviamente riporta solo quelli che hai (togli per esempio la  carta di credito se non la possiedi).

E’ importante allegare tutte le carte e il libretto degli assegni. Siccome però tali oggetti sono a rischio furto, rendili inutilizzabili tagliandone un angolo (per la carta di credito abbonda in modo che non sia leggibile il numero).

Procedura per chiudere in filiale

Chiudere-conto-in-filiale Recandoti in filiale potrai informarti su come chiudere il conto corrente. Ogni banca ha regole interne, ma in genere è richiesta la compilazione di un apposito modulo.

Se il conto è cointestato dovranno recarsi in filiale tutti gli intestatari (anche se dovrebbe essere possibile portare a casa il modulo e farlo firmare agli altri cointestatari).

Anche in caso di chiusura in filiale dovrai riconsegnare tutte le carte di pagamento e il libretto degli assegni. In questo caso non c’è bisogno che procedi ad annullarli, ci penserà l’impiegato allo sportello.

Puoi ritirare il saldo del conto corrente in contanti  (non subito, vedi il paragrafo seguente sui tempi di chiusura) ma è preferibile indicare il nuovo conto su cui trasferire i soldi.

Costi e tempi per l'operazione

In merito ai costi oggi si può chiudere il conto corrente senza pagare alcuna penale.

Per quanto riguarda i tempi invece non c’è una risposta certa. Anzitutto ci sono tempi tecnici di chiusura, in genere pochi giorni lavorativi.

La banca però si prenderà dei giorni per verificare che non ci siano operazioni in sospeso, esempio assegni rilasciati o pagamenti con carta di credito. In questo caso solo dopo che tali operazioni si sono chiuse, si potrà chiudere il conto corrente.
Chiaramente poi se il conto corrente è in rosso, dovrai ripianare il  debito per poter chiudere il conto.

Un ultimo consiglio: visto l’incertezza dei tempi, prima della chiusura sposta buona parte dei soldi sul nuovo conto tramite bonifico. Lascia sul vecchio conto solo una cifra sufficiente a coprire eventuali spese ed operazioni ancora in sospeso (attenzione per esempio a rid e bollette).

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



1 commenti:

Bruno ha detto...

se può essere utile inserisco il link di un post letto qualche giorno fa sullo stesso argomento. http://sognidavivere.blogspot.com/2010/10/come-cambiare-il-conto-corrente.html

Posta un commento