Rendimenti conto deposito in calo costante

rendimenti-conti-deposito Per chi opera con i conti di deposito e altri strumenti a breve online non ci sono purtroppo buone notizie. Nelle ultime settimane vi sono stati vari ritocchi nei rendimenti dei prodotti online (conti di deposito, conto corrente, pronti contro termine), purtroppo sempre in negativo.

Vediamo in dettaglio queste variazioni.


  Super Power IwBank

Il pct con turbo di IwBank ha avuto un doppio calo, il 1° aprile e poi il 17 aprile sono calati i tassi di  IWSuperPowerTurbo per tutti periodi di investimento con riduzione di 15 punti ogni volta:
  • IWSuperPower90Turbo 1,20% netto
  • IWSuperPower180Turbo 1,45% netto
  • IWSuperPower365Turbo 1,70% netto

Pct Che Banca

Anche Che Banca, dopo pochi mesi dalla loro introduziione, ha ridotti i tassi dei suoi Pct. Qui la riduzione è stata più netta, il Pct a 8 mesi era prima al 2,7% lordo, ora è al 2:
  • Tasso a 2 mesi: 1,50% (1,31% netto)
  • Tasso a 4 mesi: 1,70% (1,48% netto)
  • Tasso a 8 mesi: 2,00% (1,75% netto)

Conto Arancio

Dal 1 maggio 2010 il tasso base del Conto Arancio verrà portato al 1% dall'attuale 1,5%. Tale diminuzione interesserà tutti i clienti che non godono di tassi promozionali sul proprio Conto Arancio. Se non hai aperto Conto  Arancio puoi avere comunque un 2,5% (o 2,75% se apri anche Conto Corrente Arancio) per circa 1 anno, probabilmente la migliore soluzione al momento.

Rendimax

Il nuovo tasso sul conto deposito Rendimax è sceso al  2,24% .
I tassi lordi del Rendimax Vincolato saranno ridotti dal 20 aprile. Il 12 mesi dal 3 al 2,75%, il 6 mesi dal 2,75 al 2,5%. :

    Anche i tassi dei conti correnti online sono scesi:

    • Fineco: il nuovo tasso è pari all’euribor a 1 mese –0,25%, in pratica circa lo 0,15%;
    • WebSella: tassi scesi allo 0,5% lordo;
    • BancoPosta: tassi dallo 0,25% allo 0,15% lordo da maggio 2010.

    Motivazione del calo dei tassi

    Se i cali passati nei rendimenti dei conti deposito online erano giustificati da un calo dei tassi di interesse di mercato, questi ultimi movimenti sono arrivati in un momento di tassi piatti.
    Il motivo del calo dei rendimenti è probabilmente dovuto a una revisione delle aspettative di rialzo dei tassi: le previsioni di un rialzo verso fine anno non sono più così certe (pesa il caso Grecia e la ripresa ancora debole) e anche se ci fosse sarebbe probabilmente di appena lo 0,25%. Un vero rialzo dei tassi è quindi previsto per il 2011.

    In quest’ottica può valere la pena aprire Conto  Arancio che offre il 2,5% fino al 30 aprile 2011. Per chi ha già il conto Arancio le alternative promozionali sono Conto Conto di Banca Carige (2,5% per 6 mesi) oppure Rendimax (ricordando però che in quest’ultimo caso si dovranno bloccare i soldi per un anno, altrimenti si perderà tutto il rendimento).

    Ti rimando agli ultimi articoli sull'argomento per dati aggiornati.

    _____________________________________________________

    EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


    Abbonati gratis ai feed RSS


    Articoli correlati per categorie



    1 commenti:

    Anonimo ha detto...

    In effetti la ripresa economica concreta si fa attendere ancora, e credo che si farà attendere ancora per un pò. Se prima si poteva prevedere un aumento dei tassi nel terzo trimestre del 2010, adesso con la debolezza economica dell'europa, con la palla al piede della Grecia, il rialzo dei tassi a breve è un utopia. Slitta tutto al 2011, ma credo che una ripresa degna di nota si potrà solo riscontrare nel 2012, la situazione è troppo complessa e critica per vedere uno spiraglio nel breve/medio periodo.
    Dimentichiamoci gli investimenti per così dire "facili" come negli anni 80 e 90, quando bastava sottoscrivere un buono fruttifero postale ordinario, per avere tassi di interesse superiori di molto al 10% netto, adesso bisogna cercare solo di difendersi dall'anflazione che mangia il potere di acquisto dei soldi depositati.
    Massimo

    Posta un commento