Commissariata Sedici banca

(MF-DJ)--In relazione ai provvedimenti disposti dalla Procura di Forli' relativi al Gruppo Delta, Bankitalia rende noto che le indagini confermano e rafforzano le risultanze degli accertamenti ispettivi di vigilanza conclusi a febbraio 2009. L'ispezione - si legge in una nota - ha accertato che, difformemente da quanto comunicato a Bankitalia, la Cassa di Risparmio di San Marino esercitava un controllo non autorizzato sulla proprieta' e sulla gestione di Delta, anche attraverso altri azionisti.


In ogni caso, la Cassa di Risparmio non avrebbe potuto essere autorizzata sal controllo in relazione sia alle carenze del sistema antiriciclaggio sammarinese rilevate in sede internazionale, sia all'assenza di un accordo di collaborazione tra le autorita' di vigilanza dei due Stati. Bankitalia ha avviato il 23 aprile scorso un procedimento di revoca delle autorizzazioni a detenere partecipazioni in Delta in capo a Cassa di Risparmio di San Marino, a Sviluppo Investimenti Esteri Spa, a Estuari Spa, a Onda Spa e a Mario Fantini. E' stata anche disposta in via cautelare la sospensione delle singole autorizzazioni; e' stata avviata la procedura sanzionatoria amministrativa per violazione delle disposizioni in materia di proprieta' di banche e gruppi bancari.

Secondo il provvedimento assunto dal Tribunale di Forli', la struttura di comando del gruppo sarebbe coinvolta in attivita' gravemente irregolari; la gestione del gruppo sarebbe inoltre condizionata da anomalie nell'assetto proprietario connesse con l'illecita posizione di controllo della Cr San marino. Alcuni amministratori del gruppo Delta - precisa Bankitalia - sono stati sottoposti a provvedimenti di custodia cautelare. In tale quadro, dati i motivi di assoluta urgenza, Bankitalia ha disposto "la gestione provvisoria di Delta e di Sedici Banca" con la nomina a commissari di Bruno Inzitari, Carmelo Lattuca e Vincenzo Cantarella e la sospensione dale funzioni degli organicontrollo in relazione sia alle carenze del sistema antiriciclaggio sammarinese rilevate in sede internazionale, sia all'assenza di un accordo di collaborazione tra le autorita' di vigilanza dei due Stati. Bankitalia ha avviato il 23 aprile scorso un procedimento di revoca delle autorizzazioni a detenere partecipazioni in Delta in capo a Cassa di Risparmio di San Marino, a Sviluppo Investimenti Esteri Spa, a Estuari Spa, a Onda Spa e a Mario Fantini. E' stata anche disposta in via cautelare la sospensione delle singole autorizzazioni; e' stata avviata la procedura sanzionatoria amministrativa per violazione delle disposizioni in materia di proprieta' di banche e gruppi bancari. Secondo il provvedimento assunto dal Tribunale di Forli', la struttura di comando del gruppo sarebbe coinvolta in attivita' gravemente irregolari; la gestione del gruppo sarebbe inoltre condizionata da anomalie nell'assetto proprietario connesse con l'illecita posizione di controllo della Cr San marino.

Alcuni amministratori del gruppo Delta - precisa Bankitalia - sono stati sottoposti a provvedimenti di custodia cautelare. In tale quadro, dati i motivi di assoluta urgenza, Bankitalia ha disposto "la gestione provvisoria di Delta e di Sedici Banca" con la nomina a commissari di Bruno Inzitari, Carmelo Lattuca e Vincenzo Cantarella e la sospensione dale funzioni degli organi amministrativi e di controllo. Bankitalia "ha prestato ampia collaborazione alla Procura della Repubblica di Forli' e figura nell'ambito del procedimento quale parte offesa". Copyright (c) 2009 MF-Dow Jones News Srl.

Mio breve commento:
Sedici banca si era fatta notare in quanto offriva un conto remunerato al 4% fino a fine anno. Francamente la residenza a S.Marino e alcune precedenti condanne dei proprietari non facevano presagire nulla di buono. Staremo a vedere...

Leggi aggiornamento su cosa fare se hai aperto conto Gold in 16 Banca.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento