Carta Ryanair Cash Passport

carta-prepagata-ryanairRyan Air, la nota compagnia area low cost, ha annunciato il lancio della carta prepagata Ryanair Cash Passport.

Si tratta di una normale carta prepagata Mastercard con la quale saranno possibili le usuali operazioni come acquisti online, acquisti presso i negozi di tutto il mondo che accettano Mastercard, prelievi di contanti agli ATM.
Ma soprattutto con questa carta non si pagherà il balzello di 6 euro a tratta sui voli Ryan Air. Finora questo era
possibile con una qualsiasi prepagata Mastercard Electron, ma dal 1° dicembre anche queste pagheranno i 6 euro.

Costi della carta Ryan Air

I costi della carta sono piuttosto alti in rapporto alla concorrenza:
  • Commissione carta: €10,00 all’attivazione
  • Commissione ricarica online: €3,00
  • Commissione prelievo ATM nel paese di residenza (euro): €2,00
  • Commissione ATM per prelievo all'estero (non in euro): €5,00
  • Acquisto presso punti vendita (negozi etc): zero (ma per acquisti in valuta diversa dall’euro viene applicata una maggiorazione del 5,75% sul tasso di cambio del giorno)
  • Commissione per ritiro di contante allo sportello: €6,00
  • Commissione mensile di inattività addebitata sulla carta in caso di mancato utilizzo della stessa per sei mesi: €3,00
  • Commissione per saldo negativo: €15,00

Caratteristiche della carta prepagata

La carta RyanAir può essere acquistata e caricata solo online dal sito omonimo.
La ricarica può essere effettuata utilizzando un’altra carta di debito o credito (Visa o Mastercard) per un importo minimi do 175 euro.
All’atto della sottoscrizione quindi occorre ricaricare per 185 euro, 10 per la commissione di attivazione e 175 per assicurare l’importo minimo. Inoltre per la sottoscrizione occorre fornire tra gli altri il numero del passaporto, cosa che rende impossibile la sottoscrizione a chi non lo possiede.
La consegna è gratuita e a domicilio via posta. Ci si può poi collegare al sito per vedere il saldo e i movimenti o per effettuare nuove ricariche.

Opinione sulla carta prepagata di Ryan Air

Ryan Air ha avuto sicuramente il pregio di aver reso più competitivo il mercato aereo europeo consentendo di volare a tariffe convenienti. Chiunque l’abbia utilizzata sa che occorre rispettare precise regole pena il pagamento di supplementi vari. Inoltre il volo è un continuo sfilare di offerte e promozioni di ogni genere.
Nonostante tutto le regole sono chiare: puoi volare low cost a certe condizioni, ogni violazione o servizio in più lo paghi.

Il lancio di questa carta è una mossa prevedibile. Da tempo con Ryan Air occorreva premunirsi di carta Mastercard (fino a due anni fa era Visa) per non pagare i 5, ora 6 euro, di maggiorazione su ogni volo. Ora che la Compagnia area irlandese ora imponga solo la sua carta per ottenere questo sconto può anche passare. Ma almeno applicasse condizioni più concorrenziali.
Le commissioni sono molto alte: 10 euro per l’attivazione, 3 per la ricarica, 2 per il prelievo. Oltre ai 3 euro in caso di inattività.

La modalità di sottoscrizione per ora è problematica: bisogna avere per forza un’altra carta di credito o di debito con il medesimo intestatario. Non c’è insomma la possibilità di ricaricare da un conto corrente. Inoltre si vede che il lancio è stato preparato in un’ottica anglosassone dal fatto che viene richiesto il passaporto, documento che un europeo continentale potrebbe benissimo non avere. E’ probabile che su questo rimedieranno presto ma potevano facilmente pensarci prima visto che la carta d’identità è il medesimo documento che chiedono per la prenotazione dei voli.

Assurdo poi che già all’atto di sottoscrizione venga richiesta la prima ricarica. In questo modo oltre a pagare i 10 euro, metto dei soldi (almeno 175 euro) su una carta che poi mi arriverà via posta.
Chiunque può farsi due conti in tasca. L’unico vantaggio di questa carta è di evitare di pagare 6 euro per ogni volo con Ryan Air. Gli svantaggi sono soprattutto i costi dell’operatività con la carta.

Alternative

Ci sono molte altre alternative convenienti tra le carte prepagate semplici ma anche tra le carte evolute che fungono pure da conto corrente. Per esempio la Genius Card che è senza canone per gli studenti sotto i 27 anni o il lavoratore che accredita lo stipendio (o almeno 500 euro al mese). La carta ti permette di fare tutte le operazioni tipiche sia di una carta (acquisti online e nei negozi, prelievi) e di un conto (accredito stipendio, addebito utenze o rate di un finanziamento, bonifici in entrata o in uscita). Il prelievo dagli ATM Unicredit è gratuito, la ricarica costa da 0,5 euro online a 1 agli ATM. Sito Genius Card per maggiori informazioni.
Un’altra alternativa è usare una carta di credito, i conti online oltre ad avere zero spese le forniscono gratuitamente.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento