Pir e Bitcoin protagonisti nel 2017. E il 2018?


Siamo in chiusura d'anno e quindi è il momento di tirare le somme dell'anno che si chiude e pianificare il nuovo. Dal punto di vista finanziario in Italia il 2017 è stato l'anno dei Pir, i piani individuali di risparmio che hanno raccolto molto di più del previsto, nonostante  la maggioranza degli italiani non sappia cosa siano (come mostra il sondaggio nell'articolo).

L'articolo è ben fatto e spiega come sono andati questi strumenti e quali effetti hanno avuto sulle società italiane di media e piccola capitalizzazione.
http://www.morningstar.it/it/news/163828/lanno-dei-pir-o-delle-small-cap.aspx


Dal mio punto di vista non posso ribadire che, nonostante il vantaggio fiscale, questi prodotti presentano spesso alte spese. Il rischio è quindi quello di pagare a Banche e Sgr quello che non dai allo Stato. E purtroppo ad oggi, anche le possibilità di fai-da-te (che ho descritto in un precedente articolo) non sono semplici e convenienti. Per aver maggiori possibilità di sfruttare il beneficio fiscale è necessario sottoscrivere prodotti che abbiano bassi costi di acquisto e di gestione. Segnalo per ora, tra i fondi, lo Zenit Pianeta Italia W (Isin IT0005240236). Se invece si vuole puntare sul settore delle small cap italiane ma senza usufruire dei benefici fiscali, rimane l'Etf Lyxor FTSE Italia Mid Cap PIR.

Il 2017 è anche sicuramente l'anno dei Bitcoin e in generale delle criptovalute. La valuta virtuale è tornata ad occupare le prime pagine a causa del crollo perentorio delle quotazioni. Come per le salite, anche per le discese meglio evitare di dar troppo peso ai giornali che trattano qualsiasi argomento con superficialità e enfasi mediatica. Ti rimando proprio al mio ultimo articolo per saperne di più, resta il consiglio (anche dopo la discesa) di rimanerne lontani e lasciarlo agli speculatori.

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2017-12-22/bitcoin-caduta-un-terzo-rispetto-massimi-quota-140000-dollari-ribasso-tutte-criptovalute-113315_PRV.shtml


Il 2018 è ormai alle porte e inizierà sotto il segno delle elezioni che probabilmente si terranno a inizio marzo. Ciò non aiuta la nostra economia e la nostra Borsa che potrebbe risentirne, insieme al Btp (preparatevi al ritorno dello spread Btp Bund sui giornali).
Intanto la politica perde tempo in una inutile commissione sulle banche (inutile proporla a pochi mesi dal voto per cui si finisce a discutere di temi secondari e politici invece di esaminare gli errori commessi e trovare soluzioni su come evitarli in futuro).
http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2017-12-21/la-politica-e-tre-partite-vere-banche--224602_PRV.shtml

Con una legge finanziaria che serve solo a rinviare i problemi (sarà necessaria in primavera una nuova manovra correttiva) con soliti regali a pioggia. Germania, Belgio e Olanda insegnano che un'economia può tirare avanti anche senza un governo, speriamo che i mercati finanziari non facciano pressioni quando anche in Italia arriveremo probabilmente in questa situazione.

http://www.italiaoggi.it/news/dettaglio_news.asp?id=201712222034417036&chkAgenzie=ITALIAOGGI&sez=newsPP&titolo=Alle%204%20di%20notte%20l%E2%80%99assalto%20alla%20diligenza


Non resta che farti gli auguri, salvo sorprese ci risentiamo nel 2018.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento