Rischi e opportunità obbligazioni in valuta straniera

Come indicato in un recente articolo, i bassi rendimenti sul mercato obbligazionario spingono i risparmiatori a valutare titoli a maggiore rischio.

Tra questi, in base anche alle domande che mi arrivano, sono molto gettonate le obbligazioni in valuta estera, specie quelle di paese emergenti come la lira turca (Try), il real brasiliano (Brl) e il rand sudafricano (Zar), che offrono rendimenti fino al 10%.

obbligazioni in valuta estera

La “moda” di questi titoli in valuta non è nuovo, semplicemente si è ora accentuata visto le prospettive di mercato (tassi bassi per almeno un altro anno).
Banca Imi per esempio è molto attiva da tempo nel settore con la serie “Collezione” e recentemente ha lanciato una nuova obbligazione Collezione tasso fisso lira turca opera III (Isin IT0005026833).

obbligazioni imi lire turche

Rischi obbligazioni in valuta

Ho già parlato in dettaglio dei rischi delle obbligazioni in valuta estera.
In sintesi questi bond non sono per tutti visto che a fronte di alti rendimenti potenziali, i rischi sono alti. In particolare oltre al tipico rischio tasso, si è soggetti al rischio cambio. Rischio non da poco considerando che i cambi hanno una volatilità maggiore rispetto ai tassi.

Per limitare il rischio complessivo è quindi importante selezionare emittenti solidi e titoli liquidi (con sufficienti scambi che consentano di vendere senza problemi in caso di necessità).
Per esempio sul mercato sono disponibili titoli Bei o Birs (due organismi internazionali di massima affidabilità e che scontano la tassazione del 12,5%) in queste valute, soprattutto in lire turche.

Rimangono a prescindere un investimento che va monitorato con una prospettiva ambivalente: breve e lungo.
Sono infatti adatti per speculazioni di breve periodo, magari sfruttando particolari situazioni di mercato. Oppure, pur monitorate frequentemente, vanno considerate in un’ottica di medio-lungo periodo (da 3 anni in su)  nell’ipotesi che le fluttuazioni di breve dei cambi si compensino o riducano nel tempo.

Ovviamente questo tipo di investimento deve occupare una parte marginale del portafoglio.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



1 commenti:

Anonimo ha detto...

obbligazioni in valuta estera????

Altro non sono, che l'ennesima proposta truffa, autorizzata dal ns ed altri governi, per conto dei lobbysti banchieri.

Vi propongono tassi competitivi, omettendo di chiarire il punto che le obbligazioni in valuta estera risentono del cambio della valuta al momento della scadenza.

E loro, i potenti che muovono la giostra dell'economia, sanno benissimo che le valute proposte nelle obbligazioni di turno, sono destinate a scendere perchè così è deciso dal clan!

Meditate gente e tenetevi quel poco di liquidità che avete nelle vostre mani o come meglio fanno i ns politici, in conti all'estero e in paradisi fiscali.

Un saluto a tutti by Mister X

Posta un commento