Tempi di chiusura di un conto corrente

Molti risparmiatori si lamentano dei tempi di chiusura dei conti correnti. Quando si chiude un conto sono molte le variabili che entrano in gioco, in particolare la tipologia e il numero di servizi e prodotti che devono essere contestualmente chiusi.

Occorre quindi prestare attenzione a diversi aspetti per evitare di allungare le tempistiche (vedi anche articolo su come chiudere un conto bancario).


Carte di pagamento e saldo del conto

Quando si fa richiesta di chiusura di un conto corrente occorre restituire tutti i mezzi di pagamento: libretto assegni, bancomat e carte di credito (ovviamente se la carta è emessa dall’Istituto).

In attesa della chiusura può poi essere utile anticipare lo spostamento dei soldi sul nuovo conto corrente tramite bonifico. Attenzione però a lasciare un saldo capiente per le spese, le tasse (es. bolli sul conto o sul dossier, capital gains etc) ed eventuali pagamenti pendenti (assegni emessi ma non ancora incassati dalla controparte, acquisti tramite carta di credito non ancora saldati).

Se il conto non sarà capiente la banca non potrà procedere alla chiusura del conto, quindi chiederà un reintegro.

La presenza di altri prodotti e servizi può allungare i tempi, in particolare il dossier titoli. Questo può essere chiuso vendendo o trasferendo i titoli. Vedremo in un prossimo articolo come trasferire i titoli su altra banca, possibilmente senza pagare nulla. Se i titoli vengono venduti si potrà generare una plusvalenza e quindi dei capital gains. Il conto non potrà essere chiuso finché non si saranno pagate le tasse su questi guadagni.

Quanto tempo per chiudere un conto

Abbiamo visto cosa può allungare i tempi di chiusura del rapporto, ma in genere quali sono i tempi necessari per chiudere il contratto?

Dal sito di Pattichiari è possibile conoscere indicativamente i tempi medi di chiusura di un conto presso ogni Banca (o almeno della maggior parte delle banche che aderiscono al servizio).

Inserendo il codice Abi della tua banca otterrai i tempi di chiusura in base a quattro casistiche:
  • conto corrente con carta Bancomat per utilizzo nazionale; 
  • c/c con altri servizi di pagamento, esclusi carta di credito e dossier titoli (ad esempio il Telepass e la domiciliazione delle bollette);
  • c/c con dossier titoli, esclusa la carta di credito;
  • conto con carta di credito. Individua di che tipo è il tuo conto
Questi per esempio sono i tempi medi dichiarati da Intesa Sanpaolo:
tempi-chiusura-conto-banca-intesa

La misurazione dei tempi ha inizio nel momento in cui il cliente consegna alla banca tutti i documenti riguardanti i servizi regolati sul conto (carta di debito, assegni, carta di credito…) e si conclude con il completamento delle operazioni di chiusura da parte della banca

Inoltre nei Fogli Informativi che trovi nella sezione Trasparenza (di solito a fondo pagina) dei siti Internet delle banche è riportato il numero massimo di giorni impiegati per la chiusura del relativo contratto.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento