Nuove detrazioni e deduzioni fiscali dal 2012 - mutui e assicurazioni

detrazioni-irpef-manovra-fiscaleLa manovra fiscale presentata pochi giorni fa dal Governo introduce nuove regole per le detrazioni e le deduzioni fiscali, regole che impattano anche su questioni trattate su Banca del Risparmio, si pensi alle detrazioni sugli interessi passivi e le spese dei mutui casa, i premi delle polizze vita ed i contributi al fondo pensione.


Le nuove regole sono retroattive, si applicano dal primo gennaio 2012. Sono quindi incluse le spese deducibili e detraibili effettuate quest’anno e che andranno riportate  nella prossima dichiarazione dei redditi.

Sono esclusi dagli interventi le detrazioni per:

  • i familiari a carico
  • il lavoro dipendente
  • le spese per ristrutturazioni e risparmio energetico

Franchigia di 250 euro per le spese

Viene introdotta una franchigia di 250 euro per ogni voce di spesa deducibile o detraibile.  La franchigia si applica per tutti i soggetti aventi reddito complessivo pari o superiore a 15.000 euro.

Sono inoltre escluse dalla franchigia le deduzioni per:
  • contributi previdenziali
  • contributi alle forme pensionistiche complementari (fondi pensione, Pip)
  • contributi previdenziali versati per colf e badanti (entro il limite di € 1.549,37)
  • erogazioni liberali per il sostentamento del clero
e le detrazioni per:
  • spese per servizi di interpretariato per sordomuti;
  • spese per mantenimento cani guida dei non vedenti.
Tutte le altre spese oggi deducibili o detraibili avranno una franchigia di 250 euro, incluse le spese mediche, spese per interessi passivi sui mutui, premi per assicurazioni vita.

Tetto alle detrazioni di 3.000 euro

Viene fissato un tetto massimo complessivo alle detrazioni fiscali pari a 3.000 euro. Ancora oggi non si è capito se tale tetto sia da riferirsi allo sconto fiscale o all’importo su cui calcolare la detrazione.
Il tetto non si applica per le spese mediche e sanitarie.

Qualche esempio

La franchigia si applica su ogni voce di spesa. Supponiamo di avere le seguenti spese detraibili (19% di detrazione dalle tasse):
  • 3.000 euro di spese mediche (sulle spese sanitarie è già in vigore una franchigia di 129,11 €)
  • 1.000 di premi assicurativi per una polizza vita pura
  • 4.000 per interessi passivi e spese di mutuo (4.000 è l’attuale tetto massimo di detraibilità delle spese sul mutuo).
Come riportato nella tabella seguente, con l’applicazione della franchigia si perdono circa 48 euro per ogni voce di spesa deducibile, vale a dire il 19% della franchigia di 250 euro  (circa la metà per le spese sanitarie per cui già oggi esiste una franchigia di 129 euro).
franchigia-detrazioni-fiscali







Ma in realtà l'esempio precedente non considera l’altra novità, il tetto massimo di 3.000 euro alle detrazioni.Non è ancora chiarito se questo tetto si applica allo sconto massimo o alla somma di spese da portare in detrazione, le ultime interpretazione propendono per quest'ultima ipotesi.

Nel nostro esempio le sole spese sui mutui di 4.000 euro supererebbero il tetto, quindi potrei detrarre solo 3.000 euro (ricordo che sulle spese mediche non si applica il tetto). Le spese per l'assicurazione sulla vita invece non potrei più detrarle in quanto avrei già superato il tetto massimo.

tetto-detrazioni-mutuo






Il massimo beneficio fiscale per le spese detraibili (escluse le spese mediche e le altre voci indicate a inizio articolo) sarà quindi di 570 euro.

Il Decreto entrerà in vigore non appena pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, potrà poi subire variazioni durante i passaggi di approvazione in Parlamento.

Ovviamente, in caso di modifiche, sarai prontamente aggiornato (se non sei iscritto, inserisci la tua email nel box più sotto per ricevere direttamente gli aggiornamenti). Diventa fan di Banca del Risparmio su FB.

Aggiornamento: alla fine sia la franchigia che il tetto sono state eliminate, per cui tutto rimane come prima.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento