Obbligazioni Enel 2012 - 2018 caratteristiche e rendimenti

obbligazione-enel-2012Le obbligazioni di Enel o di Eni rappresentano ormai per gli italiani un investimento sicuro paragonabile ai titoli di stato. Occorre sottolineare come in questo momento le due società godano addirittura di un rating migliore di quello dello Stato Italiano.

Periodicamente Enel ed Eni hanno collocato bond presso i piccoli investitori (retail), operazioni che hanno riscosso sempre un grande successo tanto che spesso parte della domanda non è stata soddisfatta.


Nuovo collocamento obbligazioni Enel

Da oggi, lunedì 6 febbraio, e fino al 24 febbraio 2012 (anche se è probabile una chiusura anticipata) Enel collocherà obbligazioni per un valore totale di 1,5 miliardi di euro, somma che potrà raddoppiare nel caso di buona domanda.
L’operazione si rivolge ai piccoli risparmiatori, il lotto minimo è infatti di 2.000 euro aumentabile poi per multipli di 1.000 euro.  La richiesta di questi titoli può essere fatta presso la tua banca. Non ci sono commissioni o costi di collocamento.

Caratteristiche bond Enel

I bond avranno una durata di 6 anni, scadranno quindi nel 2018. In seguito al collocamento saranno poi collocati al MOT dove sarà possibile venderli o acquistarli.

Come nelle precedenti operazioni l’emissione prevede due tipologie di tasso di interesse: fisso o variabile. I rendimenti saranno determinati a conclusione dell’offerta anche se sono già stati comunicati i valori minimi:
  1. tasso fisso: tasso mid swap a 6 anni più un minimo di 3,10%. Il tasso mid swap ora è intorno a 1,7 – 1,8% per cui il rendimento minimo sarà del il 4,8% abbondante.
  2. tasso variabile: euribor 6 mesi più un minimo di 3,10%. L'euribor a 6 mesi ora è a 1,4% per cui  il tasso minimo della prima cedola sarà di circa il 4,5%.
Sono tassi che attualmente danno un piccolo premio rispetto ai rendimenti degli analoghi (per scadenza) titoli Enel già quotati sul mercato, in particolare il bond Enel a tassi fisso scadenza giugno 2018 rende il 4,75%. Ma occorre ricordare che nelle ultime settimane i tassi di mercato sono scesi parecchio e che titoli con queste scadenze possono essere soggetti a forte volatilità.
Come detto Enel gode di un rating migliore dello Stato Italiano.  Si può notare che l’obbligazione a tasso fisso ha rendimenti minimi vicini a quello del Btp (ma quest’ultimo gode di un regime fiscale agevolato, il 12,5% contro il 20%).

Le obbligazioni Enel possono rappresentare una buona soluzione per diversificare il tuo portafoglio. E’ probabile che la domanda punti soprattutto all’emissione a tasso fisso.
Anche se non ci sono commissioni di collocamento, considera i costi per il bollo. Se attualmente non hai un deposito titoli calcola che pagherai comunque un bollo annuo dello 0,1% (0,15% dal 2013) con un minimo di 34 euro. Per importi ridotti quindi è preferibile rimanere sui conti deposito. Inoltre ricorda che le banche tradizionali possono applicare onerosi costi di custodia titoli, valuta le banche online (è anche in corso la promozione Fineco) che non hanno spese e hanno commissioni di negoziazione di molto inferiori.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento