Mutuo per giovani precari con contratti atipici

Mutuo-giovani-coppie-precarieCirca un mese fa è stata firmata la convenzione fra ABI (l’associazione delle Banche Italiane) e il Ministero della Gioventù,  per l’iniziativa “Diritto al futuro: accesso al mutuo per le giovani coppie con contratti atipici” prevista dal Decreto 256 del 17 dicembre 2010.

Stanno ora arrivando le prime adesione delle banche a questa iniziativa che consente alle coppie con contratti di lavoro a tempo determinato di ottenere mutui a ottime condizioni.


Condizioni per aderire al Fondo Giovani Coppie Precarie

Il Decreto e ora la Convenzione stabiliscono le regole per aderire alla Garanzia del Fondo.

Requisiti personali

Possono usufruire della garanzia dello Stato (tramite Consap) le giovani coppie sposate (con o senza figli) oppure i nuclei familiari mono genitoriali con figli minori.
I richiedenti devono avere inoltre:
  • meno di 35 anni
  • reddito ISEE (certificato) non superiore a 35.000€.
  • almeno il 50% del reddito complessivo imponibile ai fini Irpef deve derivare da un contratto di lavoro che non sia a tempo indeterminato.
Non devono poi possedere immobili salvo eventualmente beni ereditati.

Requisiti immobile

La casa oggetto del finanziamento deve essere adibita ad abitazione principale e deve avere una superficie massima di 90 mq.
Sono esclusi gli immobili di lusso: categorie catastali A1 (case signorili), A8 (ville) e A9 (castelli).

 

Caratteristiche e costi del mutuo

Il finanziamento, che come detto deve riguardare l’acquisto dell’abitazione principale, non deve superare i 200 mila euro.
Le banche sono libere di determinare le condizioni nel rispetto di limiti predefiniti:
  • Mutuo a tasso variabile: Euribor con spread di 120 punti base (1,2%) per durate inferiori a 20 anni, 1,5% se superiori.
  • Mutuo a tasso fisso: Irs più lo spread di 1,2% per durate sotto i 20 anni, 1,5% oltre.
Nelle convenzioni che le singole banche devono sottoscrivere (l’adesione non è obbligatoria) devono essere indicate anche le spese di istruttoria e di perizia.
I mutui beneficiano della garanzia del Fondo statale fino al 50% del capitale (con limite massimo di 75.000€), per tale ragione la banca non può richiedere ulteriori garanzie oltre all’ipoteca.

La mia opinione

Da una recente ricerca di Mutui.it il 25% delle richieste di finanziamento per la casa sono fatte da persone con età inferiore a 30 anni, ma solo il 5% di queste va a buon fine. Ora lasciando perdere il valore di questa statistica, che essendo fatta online forse sovrastima il fenomeno, è sicuramente vero che oggi risulta problematico per i giovani precari riuscire ad ottenere un mutuo.

L’iniziativa quindi è positiva. C’è da sottolineare come dalla redazione alla firma conclusiva siano passati diversi mesi e nel frattempo le condizioni sono notevolmente cambiate.
Se quindi gli spread indicati erano già buoni ora sono addirittura ottimi e fuori mercato considerando che ormai per chiunque è impossibile ottenere spread inferiori al 2%.

Sono già diverse le banche che hanno aderito, tra queste:
  • Unicredit
  • Banca Intesa
  • Banca Sella
  • Monte Paschi di Siena
  • Carige
  • Banca Antonveneta
  • Cassa di Risparmio Biella e Vercelli
  • Cassa di Risparmio di Savona
  • Banca di Piacenza
  • Cassa di Risparmio di Carrara
La lista completa e aggiornata si trova sul sito Diamogli Futuro. Le richieste vanno fatte direttamente presso le filiali delle banche aderenti.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



2 commenti:

Giulio ha detto...

Ciao Luca Bdr,
quando hai tempo potremmo fare un post con una piccola simulazione di investimento.
Investitore prudente, molto prudente, con 100.000 Euro di capitale risparmiato e da conservare per il futuro. Che linee scegliere ?
Io pensavo:
20.000 Bfp indicizzati inflazione
20.000 Btpi
20.000 Ctz
20.000 CCt classici
Etf? Azioni ? Obbligazioni?
Grazie per consiglio.
10000 in conto deposito.
Ciao Giulio

BdR ha detto...

ciao Giulio,
è un argomento vasto su cui sto lavorando con un nuovo progetto. Ci vorrà del tempo anche perché voglio che sia fatto bene. Luca

Posta un commento