Conti correnti online – oltre 200 euro di risparmio

Conto-corrente-online Ho da sempre sostenuto la convenienza dei conti correnti online redigendo anche una classifica. 
Trovo che con questi prodotti non solo si risparmi ma si possano avere ottimi servizi, ovviamente a patto che si decida di fare da soli. Ho anche scritto 10 motivi per aprire un conto corrente online.

Quanto si risparmia con i conti correnti online

Ovviamente dipende, dipende da quanto già si paga o si pagherebbe ora. Da un’indagine del 2009 della Commissione Europea i conti correnti in Italia sono i più cari d’Europa e hanno un costo medio di 253 euro annui. Considerando che i conti online in genere hanno costi zero, salvo il bollo di 34 euro, il calcolo del risparmio è facilmente fatto: 219 euro.
Anche utilizzando i dati ABI, che ovviamente contesta i numeri della Commissione Europea, il risparmio si attesta in media sui 100 euro.
Costo-medio-conto-corrente

Perché gli Italiani non lo usano

In America il conto corrente online ha ormai sopravanzato il conto tradizionale. In Italia invece, pur in crescita, siamo molto più indietro.
Cito le parole di Miccoli, amministratore delegato di Che Banca: “L’Italia è un paese in cui i clienti stentano a cambiare. Per vincere la loro inerzia c’è solo la leva prezzo e persino in questo modo si spostano, inseguendo le offerte, non più di 2 milioni di clienti”.

In parole povere l’Italiano ama lamentarsi dei costi ma poi non fa nulla. Sono sempre stato dell’idea che non sono le aziende a creare concorrenza ma i clienti.  Più i clienti valutano e confrontano le varie offerte, maggiore pressione viene esercitata su qualsiasi settore produttivo. Guardate per esempio i supermercati dove milioni di persone sanno dirti quanto costa il latte dell’Esselunga in rapporto ad altre offerte.

Per le banche purtroppo la concorrenza non funziona a pieno regime. L’Italiano, chissà perché, ama perdere tempo recandosi allo sportello, vuole il contatto fisico anche a scapito di fare la fila. Molti si lamentano dei costi, ma semplicemente pagano molto perché non provano a cambiare. Addirittura molti italiani pagano spese ingenti per conti che offrono servizi che non usano: basterebbe per loro avere un conto “tagliato” sulle loro esigenze per farli risparmiare. Ma ovviamente non sarà mai la banca a dirti che stai pagando troppo per il tuo conto!

Consigli per la scelta

Ci sono per fortuna numerosi e ottimi conti correnti online in Italia. Avendo spesso costi zero, anche i criteri di scelta sono molto semplici rispetto ai conti tradizionali che presentano due pagine di riepilogo delle voci di costo. Puoi valutare le diverse offerte leggendo la classifica sui conti correnti online su questo blog.
Il conto corrente non dovrebbe essere cambiato spesso, ma si dovrebbe quanto meno valutare ogni tanto se ci sono offerte migliori o se si sta pagando per qualcosa che non si usa.

Diverso il caso dei conti di deposito, per i quali consiglio di valutare almeno ogni 6 mesi le offerte di conto deposito. Su Banca del Risparmio puoi trovare vari articoli in proposito, vedi i link sulla prima colonna a destra.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento