Tassi bassi, dove investire nel breve periodo?

Investimenti-breve-periodo Tra gli effetti economici più evidenti della crisi abbiamo assistito al crollo delle Borse e al rapido e netto taglio dei tassi di interesse.  La congiuntura economica ha quindi colpito sia gli investitori più propensi al rischio che hanno perso parte del loro capitale investito in azioni, sia gli investitori più prudenti che tendenzialmente investono in obbligazioni, soprattutto Titoli di Stato, o prodotti
bancari come conti di deposito, pronti contro termine  etc.

Se la Borsa qualche piccola soddisfazione l’ha ridata, i tassi di interesse rimangono inchiodati ai minimi. Sembrano finiti i periodi d’oro in cui fioccavano promozioni con interessi vantaggiosi per chi era disposto a investire la propria liquidità in prodotti bancari.
Eppure mai come oggi molti risparmiatori hanno a disposizione soldi da investire sia perché sono usciti dal mercato azionario sia perché la tendenza al risparmio delle famiglie è cresciuta. Vi è un’enorme massa di liquidità depositata sui conti correnti, come si può constatare dalla raccolta a vista dei bilanci bancari, che oggi non trova o non cerca opportunità alternative di investimento. Il problema è che attualmente i conti correnti rendono essenzialmente zero, sono soldi regalati alle banche!

Vediamo come puoi impiegare i tuoi soldi con migliore profitto senza dover dare ascolto alle banche che cercano di convincerti a investire nelle loro obbligazioni o nei loro fondi d’investimento.

Perché investire nel breve periodo

Dove investire quindi? Parto dal presupposto che oggi un investitore prudente investa sul breve termine (massimo un anno) ed eviti il mercato azionario. Ma queste considerazioni valgono anche per l’investitore meno avverso al rischio: in un’ottica di diversificazione e asset allocation, parte del capitale va investito a breve.

Anzitutto perché e quando un investitore dovrebbe investire nel breve periodo?
  • ragioni personali: perché ritiene o teme che quei soldi possano servirgli a breve;
  • ragioni economiche: perché prevede che i tassi si alzeranno e quindi è meglio aspettare a vincolare il proprio denaro.

Strumenti di investimento tradizionali

Quali possibilità offre il mercato per un investitore che voglia operare prudentemente con investimenti di breve periodo?
  • conto corrente: i tassi offerti dai conti correnti ordinari sono praticamente azzerati;
  • BOT: il BOT annuale emesso nell’ultima asta di novembre ha reso lo 0,75% netto. Se consideriamo che a questa cifra va sottratta la commissione bancaria, che può arrivare allo 0,30%, il rendimento scende sotto il mezzo punto percentuale;
  • pronti contro termine: i pct di una banca tradizionale offrono in media rendimenti tra lo 0.25% e lo 0,35%. 
Non meglio fanno altri prodotti tadizionali come il libretti di risparmio o i certificati di deposito. Insomma nulla di eccezionale dalle proposte tradizionali delle banche!

Alternative di investimento delle banche online

Una buona alternativa ci viene offerta dalle banche online, anche se pure in questo ambito i rendimenti non sono più quelli di qualche mese fa.

Anzitutto ci sono i conti di deposito, strumenti monetari offerti in genere senza spese. In particolare puoi approfittare di alcune promozioni come quella con codice amico di Contoconto (4,5% lordo per 6 mesi). In alternativa puoi aprire un conto di deposito tra Contoconto, Conto Arancio e Rendimax che offrono il 2,5% lordo (1,83% netto) per almeno 6 mesi.

Se sei disposto a vincolare i tuoi soldi può approfittare dei nuovi PcT di CheBanca che danno i seguenti rendimenti:
Rendimenti-pct-che-banca

Altra buona soluzione è fornita da Rendimax di Banca Ifis che offre fino al 2,37% netto (stesso tasso di interesse di CheBanca a 8 mesi) vincolando l’investimento per 1 anno. Attenzione però che il non rispetto del vincolo, vale a dire il disinvestimento prima della scadenza, comporta la perdita di buona parte degli interessi.

Se sei un investitore prudente puoi quindi ancora contare sulle offerte online, l’importante è imparare a essere dinamici nelle proprie scelte, l’inerzia favorisce le banche non certo te. Perciò non lasciare mai il tuo denaro presso una banca per troppo tempo, ma continua a seguire le offerte del mercato e spostare i liquidi sulla promozione del momento, in fondo è tutto a portata di pochi click.

Banca del Risparmio ti può dare una mano a tenerti aggiornato!  Abbonati gratuitamente utilizzando la sezione seguente, puoi rimanere aggiornato anche diventando fan in Facebook.

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



0 commenti:

Posta un commento