Contatti

ciao,
sono Luca e quello che stai visitando è il mio primo (e per ora unico) blog.

Laureato in finanza,  ho lavorato a lungo in ambito finanziario per Sim e Banche. Da poco ho intrapreso la professione di consulente finanziario indipendente per fornire consigli senza i vincoli di un legame con un "padrone".

Ho pensato di creare questo blog per:

  • mettere a fattor comune le mie conoscenze in ambito finanziario che possono essere utili a chi cerca di risparmiare (non solo soldi ma anche tempo) nei rapporti con le banche e le assicurazioni;
  • seguire alcune tematiche inerenti al mio lavoro che non posso/riesco a seguire in ufficio ma di cui mi interessa approfondire i dettagli.

Se vuoi contattarmi, inserisci il tuo nome, email, oggetto del messaggio, messaggio e codice anti-spam nel modulo che segue.

Possibilmente nel campo oggetto (Subject) inserisci una delle seguenti opzioni:
  • Proposta articolo: se vuoi propormi un tema di cui parlare nel blog;
  • Domanda su articolo: se vuoi farmi una domanda o una rettifica relativamente ad un articolo già pubblicato. In tal caso ti ricordo che il posto più opportuno sarebbe la sezione commenti che segue l'articolo stesso;
  • Pubblicità: se vuoi ottenre pubblicità o link sul mio blog. Valuto anche collaborazioni ma ti preavviso che non faccio scambio link e eventuali pubblicità saranno in nofollow.
  • Altro.

Grazie!

_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



13 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Luca. Premesso un grazie mille per le tue preziose info, ti chiedo, se lo sai, cosa intendono a Monte Paschi Siena residenza anagrafica continuativa nell'area territoriale scelta da almeno un anno. Io sono residente dal 26.1.09 a roma, ma prima ero comunque residente nel Lazio; andrà bene?

BdR ha detto...

grazie a te.
Nessun problema comunque, se eri residente nel Lazio rimani nella stessa area territoriale.

in bocca al lupo

Anonimo ha detto...

Salve,

Non so se è il posto adatto per presentare questa domanda ma vorrei solo sapere se con la nuova direttiva europea 2007/64/CE (PSD) e successivo decreto entrato in vigore in Italia il 1 marzo 2010, ci sia l'OBBLIGO per le banche di non eseguire più i pagamenti delle utenze Rid (Enel, telefono...) dai Depositi a Risparmio di privati cittadini.
Infatti, questo è stato riferito a mia madre dalla sua banca per obbligarla a chiudere il suo libretto di risparmi ed aprire un conto corrente di cui non ha assolutamente bisogno (senza contare il costo annuale che questo potrebbe comportare).
Manca poco tempo perché questo sia applicato, la banca avendo scritto a mia madre quel che segue:
Le operazioni Rid appoggiate sul suo Deposito a Risparmio verrano eseguite fino alla data del 30 giugno 2010, dopo la quale non potranno più essere eseguite automaticamente dal 1 luglio 2010.
Insomma, tutto ciò è effettivamente vero o è solo una scusa per "infilarci" dentro anche questa storia?? E se è così, dove posso trovare i dati necessari (doc.) per avere "qualcosa in mano" e far valere i nostri diritti??
Molte grazie per la risposta
ciao

Massimo ha detto...

Ciao, seguo spesso il tuo blog, e volevo chiederti cosa ne pensi dell'investimento "borsa protetta arancio" che riconosce il 4,50% se l'iindice eurostoxx a un anno è positivo o negativo fino al -25%. in effetti il rendimento rispetto alla possibilità di perdita non è il massimo, ma sul mercato rendimenti simili è difficile trovarli.
Tu cosa ne pensi?
ti ringrazio per l'attenzione che vorrai darmi.
Ciao

BdR ha detto...

ciao Massimo.
Se non sbaglio la prossima data di sottoscrizione di Borsa Protetta Arancio è a maggio, quindi ora difficile fare calcoli precisi visto che dipende da come si muove la Borsa.
Tendenzialmente si tratta di una scommessa. E' chiaro che il rendimento è alto ma c' anche un rischio. In passato il rischio che avvenisse l'evento sfavorevole era dell'8% circa, ma come detto dipende dalle evoluzioni del mercato.

Personalmente non lo farei, ciò che mi trattiene è il fatto di non poter agire e rimanere a guardare gli eventi.
Inoltre lo strumento limita i rischi ma limita anche i guadagni.

Ad un solo strumento come Borsa Arancio preferisco un abbinamento di più prodotti: redito fisso (conti vincolati e/o obbligazioni a breve) e azioni o ETF (con possibilità di vender quando voglio).

Oppure si può investire in azioni costruendosi da se la protezione con strumenti derivati, ma capisco che non è semplice.

Un'altra ragione per cui la evito è che si tratta di una scommessa contagiosa: se ti va bene una volta lo rifai, ma basta che una volta su 5 perdi la scommessa e finisci in perdita

Massimo ha detto...

Una parte della liquidità che ho li metterò sul conto deposito Rendimax a 18 mesi, visto che prevedo di non utilizzarli, prendo il 2,40 % netto e sono sicuro che è poco ma certo. Al momento è tra i migliori rendimenti sul mercato, e per chi, come me, il vincolo non crea problemi, è una discreta soluzione. Le azioni saranno investimenti che farò più in là, adesso ho un piano di accumulo personale e cerco investimenti che almeno mi riparino dall'inflazione o la ammortizzino.
Vedendo il mercato azionario, attualmente nuove cadute delle borse si possono prevedere solo per eventi speciali, tipo attentati, cataclismi o cose simili. In ogni caso a mio parere bisognerà aspettare almeno altri due trimestri del 2011 per vedere come vanno i conti dei paesi più in difficoltà e l'economia globale. Solo dopo tali risultati si potrà, forse, avere una molla che faccia sperare in un più stabile rialzo delle borse.
Ho puntato tempo fa su investimenti legati all'inflazione prevedendo un rialzo nel 2011, cosa che sta avvenenendo, si vedrà poi con che entità (a mio parere aumenterà ancora).
Grazie per l'attenzione.
Ciao

Francesco Buttitta ha detto...

Oggetto: Altro
Ciao Luca. Sono contento di averti trovato. Stavo cercando proprio una persona come te. Ho finito da due mesi un corso di Trader che è durato 6 mesi. Mi è piaciuto un sacco, ma si è concentrato solo sul Forex. Mi trovo all'asciutto su azioni, obbligazioni e materie prime. Mi piacerebbe imparare tanto su questi mercati finanziari: per esempio come si calcola lo spread, in quale valuta sono quotati, ecc... Se mi puoi consigliare qualche ottimo libro su questi argomenti te ne sarei grato, ma in italiano :). Se non dovessero esserci quei libri che tu consigli, perché non li traduci tu? :) Do per scontato che conosci l'inglese.
Ciao e grazie!

BdR ha detto...

ciao Francesco, anzitutto grazie per la fiducia :)
per il libro ci ho anche pensato (non di tradurne ma di scriverne uno o due) ma è una cosa che richiede tempo. Vedremo ...

Per la tua richiesta sui libri, scriverò un articolo a breve per chi appunto vuole testi in italiano (e ovviamente, sono la maggioranza).

Anonimo ha detto...

Diamo i nomi esatti alle parole! la tua spelndida guida sul bollo. si dovrebbe chaimare. GUIDA AL PRELIEVO FORZOSO, o alla PATRIMONIALE.

Anonimo ha detto...

We are happy to announce that, besides the advantageous trading terms, our company is also glad to offer you an efficient tool for developing your Internet project – InstaForex informers.

Please, do not hesitate to contact us with any questions you have. We will be glad to consult you.

Best Regards,
Evgenia Shevel
Partner Relations Department
InstaForex Companies Group
http://www.instaforex.com
E-mail: evgenia.shevel@partners.instaforex.com


Maurizio Antonelli ha detto...

Salve.
Ho consultato la tua Guida sul bollo, ma non mi è chiara una cosa. In un conto deposito viene considerato investimento solo la somma vincolata o tutto il saldo. Di conseguenza, il bollo dello 0,20% su quale quota viene applicato?

Grazie mille. Soprattutto per il lavoro che fai con questo blog. :)

Luca di Banca del Risparmio ha detto...

In genere tutto il saldo dei conti deposito è soggetto allo 0,20%. Fanno eccezioni alcuni conti deposito che di fatto sono un sotto conto del conto corrente principale, es. iwbank e webank, ognuno dei quali segue casi a se. Es. webank solo la parte vincolata è soggetta a bollo.

Maurizio Antonelli ha detto...

Perfetto. Grazie. :)

Posta un commento