Miglior conto corrente online

Dopo la lista sui conto di deposito online eccoci a quella sui conto corrente online, una breve e sintetica lista che elenca le principali caratteristiche di questi prodotti. 


Se non conosci la differenza tra i due prodotti ti rimando ad un precedente post.

Mentre per i primi il confronto è semplice (sostanzialmente bastano il costo e il tasso d’interesse) per il C/C è più complicato. Sono molti i fattori in gioco, mi limiterò a evidenziare i più importanti vale a dire il tasso creditore applicato, i principali costi e i servizi di base inclusi.
Ti invito comunque, prima di aprire il conto, a verificarne le condizioni. Considera che le voci di costo sono talmente tante che sarebbe impossibile farne una sintesi per un confronto, anche se le principali sono da me riportate.

Qual è scegliere? Come al solito lascio a te valutare in base alle tue esigenze e caratteristiche.
Come noterai praticamente tuttie le banche offrono a costo zero il conto corrente con inclusi bancomat e carta di credito, offrendo inoltre un tasso di interesse basso ma più alto sul conto di deposito accessorio.

NB: segnalo le migliori promozioni del momento (novembre - dicembre 2017), puoi anche sottoscriverne più di uno per accumulare le promozioni e i buoni:
  • Hello Bank : buono Amazon da 150 euro aprendo il conto e accreditando lo stipendio o versando 3.000 euro (più sottoscrizione carta di credito gratuita) 
  • Conto Adesso di Credit Agricole : molto simile alla precedente. Buono Amazon da 150 euro se accrediti stipendio o versi almeno 3.000 euro. Altro buono da 50 euro se sottoscrivi la carta Amex 
  • Widiba puoi ottenere fino a 500 euro di buoni Amazon in base a quanto depositi 
  • CheBanca! : buono ePrice da 100 euro se apri il conto e accrediti stipendio o pensione.


Mio consiglio sulla scelta: 
Personalmente sono cliente di Fineco e mi trovo benissimo, trovo anche i servizi di Conto Corrente Arancio ottimi. Perché questa scelta? Perché queste banche offrono un servizio completo, ottimo e conveniente per tutto ciò che concerne i prodotti bancari (investimenti, assicurazioni, finanziamenti).


In generale se ti interessa solo il conto online a basso costo le soluzione preferibili sono Conto Corrente Arancio , entrambi sono a costo zero, rimborsano il bollo e hanno un servizio di trading di base. Se vuoi fare trading professionale scegli invece  Fineco. Se hai bisogno di versare periodicamente contanti o assegni, scegli YouBanking (puoi operare tramite le filiali del Gruppo Banco Popolare) o Fineco (che si appoggia sugli sportelli Unicredit).

Ti ricordo che il bollo sul conto corrente è di 34,2 euro e in base alla nuova legge, non si paga per saldi medi inferiori a 5.000 euro nell'anno.


Ma veniamo al dunque, ecco le principali offerte:


Conto Corrente Arancio

Tasso creditore: 0% ma puoi abbinarlo al conto deposito Arancio (che non costa nulla) con un rendimento del 3%.

Costi: Bollo statale di 34,2 euro. Azzerabile se accrediti lo stipendio/pensione o se hai un saldo medio trimestrale di almeno 3.000 euro.

Servizi inclusi:
  • carta bancomat;
  • carta di credito VISA Oro;
  • Prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli sportelli ATM in Italia ed in Europa (area euro);
  • carnet assegni;
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette.
Vedi l’offerta di ING Direct



Fineco
Fineco recentemente ha rivisto la sua politica di prezzo. Se in precedenza era un conto a canone azzerabile, ora è a costo zero (e interessi zero). Ottimo per chi vuole fare trading, probabilmente il migliore in Italia.

Tasso creditore:0%

Costi: zero

Bollo statale di 34,2 euro

Servizi inclusi:
  • Carta multifunzione (carta di credito più bancomat)
  • Prelievi bancomat gratuiti presso qualunque sportello
  • Versamento di assegni e contanti tramite gli sportelli ATM Unicredit
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette
Vedi l'offerta di Fineco




You Banking

Tasso creditore: 0,01% ma puoi abbinarlo al conto deposito (gratuito) che ora offre il 4,25% a 12 mesi.

Costi: Bollo statale di 34,2 euro (per saldi superiori a 5.000 euro, altrimenti zero). Promozione: il bollo è gratis fino a giugno 2015 sia sul conto corrente che sul dossier titoli.

Servizi inclusi:
  • carta bancomat;
  • carta di credito CartaSì Classic;
  • prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli sportelli ATM;
  • carnet assegni;
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette.
  • Dossier titoli gratuito
Vedi l’offerta di YouBanking




Che Banca!
Tasso creditore: BCE (1,25% lordo, 0,91% netto).

Costi:
  • Canone mensile di 1 euro;
  • Bollo statale di 34,2 euro;
  • Carta di credito (facoltativa): 1 euro al mese (per richiederla devi accreditare lo stipendio/pensione o avere una giacenza mensile superiore a 3.000 euro).
Servizi inclusi:
  • carta bancomat;
  • Prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli sportelli ATM
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette
Vedi l’offerta di Che Banca





IWBank

Tasso creditore: BCE (1% lordo; 0,73% netto).

Costi: Bollo statale di 34,2 euro

Servizi inclusi:
  • carta bancomat;
  • carta di credito VISA;
  • carta prepagata IWBag;
  • prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli sportelli ATM in Italia ed in Europa (area euro);
  • carnet assegni;
  • accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette.
Attenzione: dal 1 settembre 2010 IWBank ha introdotto alcune penali per il mancato utilizzo delle carte. In dettaglio si pagano 2,5 € per ogni mese in cui non si usa la carta di credito e 10€ se non si ricarica IWBag nel corso di un anno. Se quindi ritieni di non soddisfare queste condizioni minime prendi in considerazione l'ipotesi di non richiedere queste carte.
Vedi l’offerta di IwBank




BancoPosta Click

Tasso creditore: 2,00% lordo (1,46% netto) per saldo giornaliero superiore a 3.000 euro e fino a 1.000.000 euro (in promozione fino al 31/12/2011)

Costi: Bollo Statale di 34,2 euro

Servizi inclusi:
  • Carta Postamat
  • Carta di Credito Credit Easy (revolving, consigliabile non usarla)
  • Internet banking ( bonifici, postagiro, pagamenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay)
  • Versamenti e prelievi gratuiti in 14.000 uffici postali e 4.000 ATM postamat
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette
Vedi la mia recensione al conto BancoPosta Click



WeBank

Tasso creditore: 0%. Per ottenere migliori rendimenti si può aprire il conto deposito.

Costi:
  • Bollo statale di 34,2 euro
  • 1,5 per invio e/c (zero se online)
Servizi inclusi:
  • Carta Bancomat Internazionale
  • Carta di credito Cartimpronta VISA o MasterCard
  • Prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli Istituti
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette
Vedi l’offerta di WeBank


WebSella

Tasso creditore: 0,5% lordo (0,36% netto).



Costi: Bollo statale di 34,2 euro

Servizi inclusi:
  • Carta multifunzione (carta di credito più bancomat)
  • Carta prepagata
  • Prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli Istituti
  • Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette.
Vedi l’offerta di WebSella


_____________________________________________________

EBOOK in omaggio: inserisci la tua email e iscriviti gratis:


Abbonati gratis ai feed RSS


Articoli correlati per categorie



35 commenti:

DimensioneDenaro ha detto...

Bhè, quando si dice una recensione..ottimamente fatta. Complimenti, molto dettagliata.

BdR ha detto...

grazie

Anonimo ha detto...

Grazie!!!

Anonimo ha detto...

Direi ottimo, comparazione molto carina e utile.
Personalmete aggiungerei anche un campo relativo alla sicurezza dove più che altro specificherei se è fornito o meno il Token OTP per le operazioni dispositive, dico personalmente perchè è uno degli aspetti che io tengo in considerazione sul servizio di home banking.

Anonimo ha detto...

Se qualcuno vuole aprire conto Fineco, inserendo il codice amico AA1445883 avrà diritto a un premio a scelta fra conto gratis 1 anno, ricaricabile con 50 euro, sconto 200 euro commissioni.
Il codice amico si inserisce nel modulo online di adesione. AA1445883

Anonimo ha detto...

Complimenti per l'articolo.
Su questi conti correnti online è possibile depositare assegni?
Grazie in anticipo.

BdR ha detto...

Sì è possibile ma non è l'operazione più semplice.

Leggi
come versare sui conti correnti online
per saperne di più.
Come vedrai, nel tuo caso la soluzione migliore penso sia Fineco.

Anonimo ha detto...

Dal sito di WeBank:
"Operazioni gratis e senza limiti: bonifici, ricariche cellulari, pagamento tributi (F24), domiciliazione utenze domestiche (luce, gas, acqua e telefono)."

Sul documento di sintesi è riportato che si paga 0.5€/0.75€ per i bonifici telefonici mentre quelli online dovrebbero essere gratuiti.

Sto giusto scegliendo un conto corrente online che sia anche conto deposito e ho trovato utile questo compendio, grazie!

marco_pa ha detto...

in effetti la descrizione Webank è tutta sballata posto una veloce correzione

Webank

Tasso creditore: 0% sul conto corrente ma spostandoli sul conto deposito INTEGRATO nel conto corrente si ha BCE+0,10% (1,10% lordo) che puo' arrivare a 2,50% lordo se si vincola per un anno.

Costi: Bollo Statale di 34,2 euro

Servizi inclusi:
Carta Bancomat Internazionale
Carta di credito Cartimpronta VISA o MasterCard
Carta di credito prepagata Mastercard
Prelievi bancomat gratuiti presso tutti gli sportelli ATM in Italia ed in Europa (area euro)
1 Carnet assegni gratuito all'anno
Accredito stipendio/pensione e domiciliazioni bollette

Ibbx ha detto...

buongiorno, ma io non ho capito una cosa...per aprire uno di questi conti online..devo avere un alro conto esistente o no?e se si perchè?
*sito molto chiaro_grazie*

BdR ha detto...

Sì Ibbx, devi avere un altro conto.
Per la legge antiriciclaggio quando apri un conto la banca ti deve riconoscere personalmente (in pratica controllo che documenti e persona coincidano). Le banche online ovviamente questo non lo possono fare, ma possono sfruttare il fatto che tu sia stato già riconosciuto da altra banca. Quindi se fai un bonifico da una banca fisica in cui sei stato riconosciuto personalmente automaticamente vieni riconosciuto dalla banca online.

Per Fineco non ci sono grossi problemi, si può fare il riconoscimento anche tramite PFA. Sono i promotori di Fineco ma comunque contattarli per l'apertura non ti crea alcun impegno. Mi sembra di ricordare che a fine iscrizione ti viene richiesto come vuoi fare il riconoscimento.
Per IWBank l'ci sono due filiali a Milano.
Chebanca ha varie filiali fisiche.

L'alternativa valida per tutti i conti è aprire momentaneamente un conto a basso costo tipo Unicredit Genius One o Intesa Zerotondo

Una volta fatto il riconoscimento, un altro conto non è più necessario.

Anonimo ha detto...

Se non si ha un altro conto il riconoscimento si può fare tramite un notaio, come ho fatto io con la iwbank.

luca ha detto...

ciao BdR ho aperto c.c.arancio avendo gia c.arancio ho deciso di aprirlo....acreditando anche lo stipendio ( domani 10/3/11 dovrebbe arrivare il primo accredito ) ecco però una sorpresa che non mi è piaciuta ( che non avevo capito oppure non l'anno spiegata bene ) cioè: per fare in modo di non pagare inposta di bollo come tu sai bene o hai 3000 € oppure accrediti lo stipendio ma non con un bonifico normale ma bensi deve essere: leggi cosa mihanno scritto....( Affinchè un bonifico venga identificato quale accredito dello stipendio deve essere eseguito dalla banca del suo datore di lavoro, attraverso la specifica causale ABI 27. Tale causale, consente alla banca di identificare l'operazione come stipendio e pertanto di ottenere, nel caso di Conto Corrente Arancio, la detrazione dall'imposta di bollo.

Evidenziamo che indicare all'interno della descrizione del bonifico la nota "stipendio" o "Abi 27" non è sufficiente per identificare il movimento come pagamento dello stipendio: nel caso di un versamento tramite bonifico tradizionale la causale sopra citata purtroppo, non viene evidenziata.

Quindi dovro pagare l'imposta....io purtroppo non so in che sistema mi pagheranno e la mia ditta mi dice che non cambieranno sistema per me......ma se lo scriveveno ( in grande ) forse avrei fatto altre scielte.....PS: solo per informare tutti ciao

BdR ha detto...

ciao Luca. Se la tua ditta ti paga lo stipendio con bonifico lo dovrebbe fare proprio con la causale 27 ABI. Controlla i tuoi attuali estratti conti se compare la voce "Accredito stipendio" o "Emolumenti". In tal caso significa che l'operazione non è configurata come un semplice bonifico ma appunto come accredito stipendio.
Fammi sapere, ciao

luca ha detto...

ciao BdR sull'estratto conto ce scritto solo bonifico e come causale il nome della mia ditta. Però ho ricevuto una risposta in merito a quello che ti avevo scritto sopra da parte di ing direct che ora ti scrivo.....Ing scrive:
( In merito al suo ulteriore quesito desideriamo specificare che al fine di ottenere la detrazione dell'imposta di bollo è necessario l'accredito su Conto Corrente Arancio di tre mensilità dello stipendio per ciascun trimestre; in alternativa verrà fatto il controllo del saldo medio che avviene su base trimestrale.

Qualora il versamento non rientrasse nella categoria sopra menzionata oppure in mancanza di un saldo medio trimestale pari o superiore a 3.000 euro, l'imposta di bollo (pari a 34,20 euro annuale) verrà addebitata con cadenza trimestrale, equivalente a 8,55 euro per trimestre.

Quindi ora diventano 3 mensilita, quindi spero che la mia ditta paghi nel modo corretto e che non ci siano problemi......quello che però da più fastidio non sono i 8.55 € che ( ho gia recuperati con i bonifici che ho fatto questo mese ) ma che sul sito dove ci sono le domande e risposte su conto corrente arancio alla voce.....(Come faccio per non pagare l’imposta di bollo? )
Si risponde cosi....(
Come faccio per non pagare l’imposta di bollo?
Dal momento in cui riceveremo sul conto corrente l’accredito del tuo stipendio o della pensione, non pagherai più l’imposta di bollo pari a € 34.20 annuali. Se non hai uno stipendio o una pensione, puoi comunque non pagare l’imposta di bollo mantenendo sul conto un saldo medio trimestrale maggiore di € 3.000.
....Io non vedo scritto da nessuna parte che sono 3 gli stipendi......
Per me è solo una costione di corettezza nei confronti del cliente.....ora non so che fare perche lo avevo aperto solo per trasferire il mio conto titoli e operare via internet/mobile.
PS: la mia banca fisica e davanti casa mia e comunque pago solo i bonifici il resto e gratis, mentre il conto titoli e molto + costoso di c.c. arancio.....tu cosa mi consigli ? ciao

luca ha detto...

ciao BdR ti scrivo la finale a tutto quello scritto sopra:
Ing mi risponde ancora dopo un altra richieta di info......e mi dice :
( La informiamo, inoltre, che nei primi due trimestri successivi all'adesione, ING Direct provvede allo storno dell'imposta di bollo sul suo Conto Corrente Arancio: tale azione viene compiuta da ING Direct per scelta commerciale ed è stata concessa per permetterle di completare l'attivazione di Conto Corrente Arancio e la corretta procedura di trasferimento dello stipendio o della pensione ).
Per quanto riguarda le altre sritte sopra altro post se mi fai sapere.....
Spero di essere stato utile a qualcuno.....ciao

BdR ha detto...

ciao Luca, non mi sembra un problema quello delle tre mensilità visto che se fai accreditare lo stipendio ti pagano tutti mesi. A maggior ragione visto che ti danno 6 mesi per far l'accredito.

Giustamente rilevi che non è pubblicizzato il fatto che per accredito non si intende un normale bonifico ma l'operazione abi 27. Considera però che questa è la norma nel pagamento degli stipendi, forse solo le piccolissime imprese e i professionisti non pagano in tal modo. Nel caso i tuoi accrediti non siano buoni prova a lasciare il saldo medio di 3.000 euro. Fammi sapere...

Anonimo ha detto...

oltre ai documenti di cosa ho bisogno per aprire il conto di IWBANK...grazie

BdR ha detto...

Per aprire il conto iwbank (come qualsiasi altro conto online) devi:
1) compilare con i tuoi dati il modulo online (incluso numero carta identità e codice fiscale)
2) stampare i moduli e firmali (oppure aspetti che te li inviano loro, ma allungherai i tempi)
3) inviare moduli firmati (una copia resta a te, l'altra la spedisci) insieme a fotocopia di carta identità (fronte e retro) e codice fiscale

Poi serve fare il riconoscimento che può esser fatto con bonifico, rid, recandoti nelle filiali di Milano. Comunque se non hai un conto e non sei di Milano c'è una mail a cui scrivere per trovare una soluzione (di solito una filiale Ubi Banca)

Tutto questo è spiegato molto bene sul sito iwbank alla voce "Apri il conto"

Anonimo ha detto...

complimenti x il blog,veramente interessante ;)
vorrei mettere in risalto un fatto: se uno cerca un conto "ibrido", un buon compromesso fra conto online e conto deposito, mi pare che la scelta sia obbligata....: BancoPosta Click

Anonimo ha detto...

Il conto IWBANK è ora in promozione senza imposta di bollo quindi totalmente a zero spese. La spiegazione di come ottenerlo è su http://iorisparmiotanto.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Caro BdR, ho di recente aperto un conto corrente arancio e, al di là dei vantaggi più volte richiamati, alcune cose non sono andate come speravo: tempi troppo lunghi per avere bancomat e codici operativi, alla fine la carta dei codici operativi mi è pervenuta in busta male incollata (quindi, aperta) per cui l'ho dovuta bloccare appena arrivata e al call center mi hanno detto che per un problema tecnico non potevo chiederne un'altra prima di 2 settimane... Sopportiamo tutto ciò.
Quello che non posso accettare è che mi hanno rifiutato la carta di credito, prodotto da loro tanto pubblicizzato come un cavallo di battaglia. Motivo: contattando la banca non è possibile conoscere il motivo. Allora lo faccio valutare a Lei e agli altri lettori: dipendente a tempo indeterminato da 12 anni con reddito medio-alto, mai avuto una carta di credito prima d'ora, mai problemi con qualche assegno, mai problemi con Equitalia o con la giustizia, mai comprato Niente a rate perchè ho sempre e solo pagato tutto cash per mia religione, tranne il mutuo per la casa, che peraltro ho estinto anticipatamente appena 6 anni dopo averlo contratto! Io la carta di credito non l'avrei nemmeno usata, mi serviva solo per garanzia ad es. Per autonoleggi e situazioni simili. Mi dica Lei se si può tanto pubblicizzare la carta di credito "gratis" per poi non darla senza chiarirne con precisione il motivo. Per quello che mi riguarda, sto già provvedendo ad aprire un cc presso un'altra banca (fineco).

Anonimo ha detto...

Certo che e' molto strano il comportamento di Ing. che viene reputata tra le banche piu' prestigiose. Un istituto di credito puo' legittimamente rifiutare una carta di credito se il cliente non fornisce suffienti garanzie con il lavoro e o altri introiti. Pero' non mi sembra questa la situazione ed in ogni caso il cliente ha diritto ad una valida spiegazione. A questo punto l'unica soluzione e' aprire il conto presso un'altra banca, e Ing farebbe meglio a fare meno pubblicita' per invogliare nuovi clienti, visto che poi non mantiene le promesse. La politica del marinaio alla fine non paga, almeno per quanto mi concerne.

Anonimo ha detto...

Ci vuole un coraggio immenso a parlare bene di ING Direct quando in giro ne sento di cotte e di crude. Bisogna prima diventare loro clienti e utilizzare tutti i loro servizi come ho fatto io per poter giudicare e quando ti bloccano per settimane la liquidità per un loro errore tecnico sulla piattaforma di trading c'è poco da gioire. State alla larga dalla ING se volete un consiglio.

Anonimo ha detto...

Io ho fatto il mutuo con ING. ho passato le pene dell'inferno (mi hanno cambiato 3 volte la persona che mi seguiva, migliaia di documenti richiesti, non rispondono al telefono, ecc) ma il prodotto è ottimo. ho poi aperto il CC arancio nei giorni della promozione smartphone, ma il telefono non arriva. Dopo varie chiamate senza esito, una centraliniista mi dice che manca la causale ABI27 sul mio stipendio (sono libero professionista ma fatturo regolarmente ogni mese la stessa cifra). dicono che mi fanno sapere ma silenzio per 2 settimane. richiamo e ricascano dal pero e dicono che che mi fanno sapere. scrivo su FB dove almeno mi rispondono e, dopo 2 giorni, mi arriva la mail dicendo che non ho accreditato lo stipendio con causale ABI27. come lottare contro i mulini a vento. risultato: io non ho il mio smartphone, ma loro non avranno il conto di mio papà, al quale ho fatto aprire Fineco!

Mario ha detto...

Davvero un ottima Recensione.. mi piace molto.. Complimenti

Giulio ha detto...

a parte conto corrente arancio tutti fanno pagare il bollo? io vorrei un conto corrente dove fosse possibile comprare anche tutoli di stato non italiani, ma non ing direct non è possibile ; qualcuno ha qualche consiglio da darmi; sempre tenendo a freno il più possibile ogni spesa accessoria???grazie mille
Giulio

BdR ha detto...

Se vuoi comprare titoli di stato mi preoccuperei più del bollo sui titoli che sul conto.
Guarda Youbanking, il bollo sia sul conto che sul dossier titoli lo pagano loro fino a giugno 2015.

Puoi acquistare online anche tds quotati al mot, per altri puoi andare in filiale.

Giulio ha detto...

Ciao BdR,
che ne pensi di questa novità:

http://www.contomax.it/che_cose/caratteristiche#.UPMJJvK4KSo

ciao
Giulio

BdR ha detto...

Mi sembra buono, tra l'altro come altre banche hanno integrato il deposito nel conto.

comunque questa pagina va effettivamente un po' aggiornata...

Jessica ha detto...

Mi piace molto questo blog.. Ottimo

Giulio ha detto...

Ciao Luca,
Ho da diversi anni conto corrente arancio, con cui mi trovo bene, e un conto su di una banca di credito cooperativo - banca padovana -che ultimamente,di cui sarei anche socio, mi lascia perplesso.
Vorrei chiudere questo conto corrente, ma sono indeciso tra youbanking e contomax di banca ifis, di cui ho l'ottimo rendimax; mi sai consigliare - visto che di te mi fido?
grazie mille
Giulio

BdR ha detto...

ciao Giulio.
Sono due ottimi conti, contomax ha il vantaggio di offrire un rendimento migliore sul conto (parlo della somme non vincolate, ricorda che le somme vincolate sono ora assimilate ad un conto deposito per cui tu o la banca pagherà un bollo separato dello 0,15%) ma ha il difetto di essere solo conto con pochi servizi e qualche limite operativo (ti dà gratis solo alcune operazioni, come un solo bonifico al mese)

YB invece ha il pregio, oltre al bollo gratis fino 2015 (per contomax è gratis quest'anno, salvo proroghe) di lasciarti operare anche in filiale e avere più servizi (in particolare il dossier titoli ma anche altri servizi come pagamento tasse etc.).

Se non hai una filiale ING vicina io opterei per YB, comunque anche contomax è una buona scelta.

Alessandro ha detto...

ciao carissimo, questo post andrebbe aggiornato con tassi e offerte ad oggi non credi?
Per quanto riguarda i tassi citi cifre non più applicate, per quanto riguarda i costi, è cambiato qualcosa sui bolli di stato.
Con Conto corrente arancio ad esempio L'imposta di bollo è pari a 0 € anche per i conti con giacenza media annua superiore a 5.000€.
io ho Youbanking, mi sono trovato benissimo finora, ma tra un anno mi farà pagare il bollo. e visto che la prima cosa che ci insegni è che la fedeltà non paga, a breve aprirò un altro conto corretne a zero spese E ZERO IMPOSTE e chiuderò Youbanking, nonostante sia comodo avere la filiare di supporto per qualsiasi esigenza.

Credo che opterò per Fineco, perchè mi interessa cominciare ad occuparmi anche di trading azionario :)

Grazie
Ciao
Alessandro

Anonimo ha detto...

Per ritirare all'estero con il bacomat senza commissioni consiglio CheBanca! che ofre il migliore cambio al momento di ritirare dagli ATM. Dopo viene YouBanking (Banco Popolare). Invece IWBank dopo la fusione con UBI non conviene più per nulla.

Posta un commento